Biber: Sonate del Rosario

Data Sun 13 January 2008 12:20 | Categoria: briciole musicali

Vi abbiamo presentato Heinrich Ignaz Franz von Biber attraverso le sue Messe (Missa Bruxellensis, Missa Salisburgensis) ma, poiché l’attribuzione a Biber di queste Messe è recentissima, Biber è stato sempre considerato soprattutto un compositore di sonate per violino. La sua opera più famosa è la raccolta di sonate denominate “Del Rosario”. Questo gruppo di 15 sonate è conosciuto anche come Sonate dei Misteri (per via dei misteri, fatti che ricordano la vita di Gesù e Maria madre di Gesù che vengono ricordati nella recita del Rosario).
Ogni sonata per violino, impiega un’intonazione differente dello strumento. Questo uso della ‘scordatura’ trasforma il violino dalla piacevolezza delle cinque sonate dei Misteri Gaudiosi (L'Annunciazione etc.) al trauma dei cinque Misteri Dolorosi (La Crocifissione etc.) all’eterea levità dei cinque Misteri Gloriosi (La Resurrezione etc.). La riconfigurazione del violino ha un aspetto anche simbolico. Per esempio le due corde centrali del violino sono incrociate nella sonata La Resurrezione.



La tecnica della scordatura è stata adottata anche da Bach, Pachelbel, e altri. Fra questi altri troviamo persino Stravinsky, che fa suonare l’intera sezione dei violini dell’orchestra (caso unico) con una corda alterata nel suo ‘Uccello di Fuoco’. Le sonate del Rosario sono considerate l’apice ed il capolavoro nell’uso di questa tecnica, poi caduta in disuso. In Italia la tecnica fu primeggiata da Biagio Marini, il primo ad introdurla.



Fra le Sonate del Rosario di Heinrich Ignaz Franz von Biber (1644-1704), abbiamo scelto la numero 8, La Corona di Spine, giga.



La fonte di questa news è Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news è:
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=82