altruismo e mediocrità

Data Mon 7 April 2008 7:00 | Categoria: dizionario sito

Carlo Daniele nel suo blog DIGITAL ADOPTIVE ci regala la conoscenza di Spreadsheetsmapwizard, uno strumento telematico per costruire mappe dinamiche.

In pochi casi come nel caso di Antonio Monda - “l’intellettuale più influente di New York di cui non avete mai sentito parlare” secondo la Book Review del New York Times - corrisponde a verità la migliore definizione corrente del regista: “colui che spiega agli altri come fare ciò che lui non sa fare”. Infatti il regista, per professione e vocazione, spiega a tutti i collaboratori del film, attori compresi, ciò che lui appunto non sa fare (con poche eccezioni: Chaplin e De Sica sopra tutti).
Monda. Chi è costui? È un giornalista - collabora alla pagina culturale de ‘la Repubblica’, un critico cinematografico - La Rivista dei Libri/The New York Review of Books, uno scrittore di triller – ‘Assoluzione’, Mondadori 2008, e per sovrammercato docente di regia alla New York University. Ma di quale film è stato mai regista Monda? Di ‘Dicembre’, Italia 1990 – un filmetto trasparente come quelle frittatine che fanno rimpiangere le uova intese come materia prima.

Spendo due parole su questo 'intellettuale all’italiana' non tanto perchè mi ricorda irresistibilmente il Margite omerico, che sapeva fare molte cose ma tutte male, quanto perchè sempre m’è parso - e ancor più sabato 5 aprile, ascoltandolo intervistato televisivamente da Fabio Fazio – che egli costituisca l’esempio assoluto della mediocrità soddisfatta.




La fonte di questa news è Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news è:
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=787