Bruch: Fantasia Scozzese

Data Fri 28 March 2008 12:30 | Categoria: briciole musicali

Max Bruch, compositore romantico tedesco famoso per i suoi concerti per violino – in special modo per il primo, in G minor, divenuto un classico del repertorio di qualunque violinista e che deve molto al concerto per violino ed Orchestra in E minor di Mendelssohn -, scrisse la sua prima sinfonia all’età di 14 anni.
Di Max Bruch (1838-1920) state ascoltando l’ultimo movimento Finale (Allegro guerriero) dalla sua ‘Fantasia Scozzese per Violino ed Orchestra con Arpa’, Op.46 nell’esecuzione di Salvatore Accardo.

Il manoscritto di quest’opera reca correzioni ed alterazioni ad opera sia di Pablo de Sarasate (al quale Bruch si rivolse inizialmente per una revisione della parte del violino solista) che del grande Joseph Joachim, al violino nella prima rappresentazione del 1881. È stato possibile ricostruire e ripristinare la versione originale di Bruch (ad opera di Niemoller) solo nel 1975 !

Simile sorte è toccata al manoscritto della sua opera più importante (il già citato Concerto per Violino n.1 Op.26) la cui parte del violino solista reca alterazioni profonde nuovamente ad opera di Joachim (ma la parte dell’orchestra è stata alterata ancora più pesantemente). L’edizione critica di questo manoscritto, ad opera di Wood, è del 1994 (74 anni dopo la morte del suo autore!)

Ancora più misteriosa la sorte del manoscritto della sua ultima opera, un Ottetto per strumenti a corde, ultimato il 6 marzo del 1920 e basato su un precedente quintetto, di cui non si hanno tracce. Affidato dagli eredi in cattive mani, il manoscritto scompare nel 1942 e ricompare solamente in un’asta nel 1986. Un anno dopo è donato dal collezionista austriaco Hans Peter Wertitsch alla Biblioteca Nazionale Austriaca, dove si trova tuttora. Fu eseguito pubblicamente per la prima volta solo nel dicembre del 1996. La prima incisione è del 1999.





P.S. = l’incisione della Fantasia Scozzese di Accardo è successiva al 1975 (è del 1977) – sennò poi tanto me lo chiedete.





La fonte di questa news è Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news è:
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=712