Le impronte di Mimmo Pesce

Data Fri 25 November 2016 5:30 | Categoria: pure sculture

Mimmo Pesce - fotogramma del film Il Negozio


Cara Tania, cara Silvia, care figlie di Mimmo,

ho avuto un'idea per ricordare a futura memoria il vostro padre e il mio amico. Vorrei dedicargli un documentario a più voci.

Voi sapete bene che con Mimmo abbiamo fatto molte volte cinema insieme: ha interpretato Pasolini nel mio primo film (Angelus Novus 1987), ha interpretato uno dei personaggi principali del mio ultimo film (Il Negozio 2016), ha raccontato la propria vita e le proprie opere in un documentario (Vita all'incontrario di Mimmo Pesce 1995), ha spiegato da scultore la scultura di altri grandi scultori (nei video che ho pubblicato nella rubrica pure sculture del sito-rivista 'Fulmini e Saette' che ho curato per lui negli ultimi dieci anni) e potrei continuare.

Ma veniamo all'idea che riguarda prima di tutti voi due figlie, e poi i suoi amici e amiche che mi stanno leggendo e mi leggeranno: realizzerò nei prossimi giorni un grande documentario che avrà Mimmo come protagonista. Sarà composto da una lunga serie di riprese brevi dei suoi amici e delle sue amiche e delle sue figlie: ciascuno di loro racconterà un aneddoto di vita vissuta con Mimmo, un aneddoto vissuto realmente e direttamente. Poi li monterò insieme, intercalandoli con brani di un lungo piano sequenza girato da me stesso nel suo studio di via dei Volsci, ci metterò un titolo e il documentario sarà pronto. Lo vedremo insieme, lo porterò ad un grande festival (Angelus Novus andò a Cannes, Vita all'incontrario al Torino Film Festival, Il Negozio l'ho proposto a Rotterdam e Berlino - nei prossimi giorni sapremo), lo diffonderemo.

In questo modo lo ricorderemo in grande stile, e lo conosceranno altri che ancora non lo conoscono. Questa l'idea, siete d'accordo? E voi, amici e amiche di Mimmo, volete prendere parte a questa impresa? Immagino di sì, e vi rivelo il numero del mio cellulare - sentiamoci, vediamoci: 3402724972

(Ecco un fotogramma de Il Negozio - Mimmo punta il dito verso il cielo, potete notare, citando una delle opere di uno dei suoi fratelli artisti preferiti: Leonardo da Vinci)


La fonte di questa news è Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news è:
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=4101