Porpora: Salve Regina

Data Fri 26 June 2015 5:00 | Categoria: briciole musicali

La più bella Salve Regina mai composta.
Ma come, non era la Salve Regina di Maurizio Cazzati quella che sopra ogn'altra svettava?

E com'è possibile che la più bella sia dello stesso compositore che ha scritto anche il concerto per violoncello più bello di sempre?
Può uno stesso compositore (così poco conosciuto e per nulla venerato) essere sempre il più grande ?
A voi l'ardua sentenza.

Visto che celebriamo i geni poco conosciuti e per nulla celebrati, vi proponiamo un 'blind test' (test alla cieca).
Ascoltate le interpretazioni della Salve Regina di Antonio Porpora proposte qui di seguito.
E stabilite quella che preferite.
Quando finalmente l'incontrerete, ve ne accorgerete istantaneamente, alla prima sillaba: non avrete nemmeno bisogno d'aspettare il 've' del 'Salve' d'apertura.
Il tempo, il timbro, il sussurro non lasciano dubbi: ecco ciò che Porpora ha composto1.

Le esecuzioni (non nell'ordine) sono di :
A - Riccardo Muti con Elīna Garanča
B - Ottavio Dantone con Sonia Prina
C - Riccardo Muti con Angelika Kirchschlager
D - Corelli Collective con Mari Moriya
E - Bella Dama Baroque Cantatas con Raffaele Pe




1



2



3



4



5

Nicola Antonio Giacinto Porpora (Napoli, 1686? -- Napoli, 1766)
Salve Regina in fa maggiore





SOLUZIONE



_______________________________

1 Due delle tre esecuzioni col tempo sbagliato sono di Muti.
Pause e trilli da piacione? Bisogna pur campare, evvia, mica tutti sono nati per educare, perbacco!
Cosa complessa, lo splendore.
Che non si apprezza se non se ne è privati.
Che non si nota se non quando ci viene tolto.
Che non si capisce se non viene affiancato da lo scempio e la malgrazia.







La fonte di questa news è Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news è:
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=3606