Non sbandare!

Data Thu 28 May 2015 6:00 | Categoria: leOpereeiGiorni

'La Grande Bellezza' di Sorrentino non č commovente/convincente (non č bello), e vorrei portare un argomento a favore di questo mio giudizio critico.
L'altro ieri Nefeli mi ha ricordato che quando era adolescente, una sera abbiamo visto insieme 'Senso' di Visconti. Giunti al finale, nel tratto in cui la Contessa Serpieri (Valli) si allontana disperata nella notte, ho prima chiesto e poi pregato e poi gridato, rivolto ad Alida istigata da Luchino: “Non sbandare! Non sbandare!! Non sbandare!!!”
Non c’era ragione artistica di quella esagerazione melodrammatica, di quella forzatura teatrale, di quella accentuazione patetica eccetera.
Veniamo a Sorrentino e alla 'Grande Bellezza' (e all’insieme dei film del nostro). Questo regista fa sbandare tutti i suoi collaboratori, a cominciare dagli attori, caricaturando, deformando, istrionizzando le loro espressioni e le loro azioni.
Certo, anche Fellini ed Ėjzenštejn sbandano, qualche volta, tutti sbandano qualche volta - la perfezione nemmeno i grandi la attingono a getto continuo. Ma Sorrentino sbanda per partito preso e senza ritegno e senza vergogna, per impressionare e sedurre e intimorire.




La fonte di questa news č Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news č:
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=3596