Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 96 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 109 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Caravaggio e l'Ostessa - Pagina stampabile - leOpereeiGiorni - Fulmini e Saette


Caravaggio e l'Ostessa

Data Thu 17 April 2014 6:00 | Categoria: leOpereeiGiorni

{Ri-pubblico, perfezionato grazie alle considerazioni critiche di Nefeli, il post su Caravaggio in dialogo con una popolana davanti al proprio quadro ‘Davide con la testa di Golia’. E ci aggiungo una raccolta di testi musicali contemporanei all'evento.}


Pomeriggio del 7 dicembre 1609. Siamo a Napoli. Di ritorno da una camminata alla Collina dei Camaldoli per svaporare il cervello, Michelangelo Merisi da Caravaggio trova nello stanzone dove alloggia l’Ostessa, con il lenzuolo in mano – sta sistemando il suo pagliericcio, imbambolata davanti al Davide con la testa di Golia - il quadro di figure a grandezza naturale che ha finito di dipingere la sera prima.

un quadro di Caravaggio



Ostessa (a Caravaggio): L’hai fatto tu, questo?

Caravaggio (all’Ostessa): Sì.

Ostessa: Chi è quello con la testa mozzata? Com’è che ti somiglia?

Caravaggio: Golia.

Ostessa: Il gigante Golia? Quello della Bibbia?

Caravaggio: Sì.

Ostessa: E che c’entra lui con te? Perché gli hai dato la tua testa?

Caravaggio: Mi sento come lui.

Ostessa: Ah… Tieni paura che ti tagliano la testa? L’hai fatta grossa?

Caravaggio: Sì… Ma non ho paura.

Ostessa: Allora perché non ti sei messo nel Davide? Il giovane è re Davide, no?

Caravaggio: Anche Davide sono io. Così ero da giovane.

Ostessa: Non ti capisco.

Caravaggio: Ora mi sento un disgraziato, a vent’anni mi sentivo un re.

Ostessa: Sì… succede… Anche io non mi figuravo di finire così (gettando sul pagliericcio il lenzuolo che tiene in mano)

Caravaggio: Almeno tu hai una casa.

Ostessa: Già… però tu viaggi, vedi il mondo… oggi sei qui… domani?

Caravaggio: Torno a Roma…

Ostessa: Ecco, vedi? Io non ci sono mai stata… (tornando a guardare il quadro) È bello… Com’è che Davide è addolorato? Ha vinto Golia – non l’hai fatto contento… Perché?

Caravaggio: Hai mai scannato un agnello? Non hai provato… compassione?

Ostessa: Sì… E com’è che non l’hai vestito come un ebreo del tempo che fu - ma invece come si vestono i giovani oggi?

Caravaggio: Sai perché? Se dipingo un personaggio storico coi vestiti del tempo suo, chi guarda il quadro pensa: questa cosa è accaduta in un altro posto, tanto tempo addietro – che me ne importa a me? Ma se lo dipingo vestito come chi lo sta guardando, la musica cambia, no?

Ostessa: Eccome…! M’hai fatto prendere un colpo, quando l’ho visto! (riprende il lenzuolo, per completare il lavoro interrotto – ma mentre ricopre il pagliericcio dà un’altra occhiata al quadro) E il campo di battaglia, dove sta? Quella era una storia di guerra, no? Ma qui è tutto buio, non c’è nessuno…

Caravaggio: L’Inferno è vuoto.


LACHRIMAE CARAVAGGIO. L’Europa musicale al tempo del Caravaggio secondo Jordi Savall




La fonte di questa news Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news :
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=3270