Francisco

Data Fri 7 December 2007 2:00 | Categoria: agathotopia

Era originario di Tenerife, da tanti anni che stava in Italia non aveva imparato a parlare l'italiano.
- Parlo italiano, sia bello chiaro, come una vaca olandesa.
Era sposato da cinque anni quando arriv˛ a casa e sua moglie gli disse: - Francisco cos'hai? Mi sembri strano, ma sei ubriaco?
- Cosa dise Tina? Son due anno che arrivo a casa imbriago, te ne accorge adesso?
- Non me ne ero mai accorta.
- Allora tu non me guarda, tu non me vuole bene.
Francisco era un elettricista di bordo, aveva navigato molto, eppoi a Genova aveva conosciuto Tina, si erano sposati e sĺera fermato. Era andato via dalla Spagna, ai tempi di Franco. La sua partenza dall'aeroporto di La Coru˝a fu burrascosa. Fermato dalla polizia per il suo accento particolare
- Alla illa Canaria tenemo un acento diverso.
E aggiunse alle loro domande:
- Prima soi canario poi espagnol e poi me cago la puta madre de Franco.
Scapp˛ correndo nascondendosi tra la folla. Grande bevitore, girava il mondo:
- Ia era el pi¨ grande embriagon de lo mundo, poi una mattina me era svegliato con tuta la faccia che me faceva male, me era picchiato con tre norvegese, entonse ho cominciato a pensare che l'alcol me faceva male.
I suoi racconti avevano dell'incredibile ed erano veri, lui era troppo sincero e persino ingenuo per non dire la veritÓ, era sempre pronto allo scherzo, era un uomo generoso. La malattia di Tina si rivel˛ con evidenza quando si ruppe un braccio. Ero andato all'ospedale con Francisco quando lei disse: - Mi raccomando Francisco se muoio mettimi il vestito blu.
- Cosa pensa Tina? Non se muore por una frattura.
All'uscita camminammo per un po' in silenzio poi lui mi guard˛ e disse:
- Mi muie soffre de nervi, ora comincio a preoccuparmi, voglio molto bene a mi muie.
Aveva da tempo quasi smesso di bere, beveva solo birra e moderatamente.
- Hai chi essere sempre lucido e pronto per aiutare una donna che me ama.
Tina cominci˛ a minacciare il suicidio dopo poco che era tornato a casa, era diventata gelosa, si vedeva brutta, Francisco a 55 anni aveva un aspetto molto giovanile. Lui doveva sorvegliarla in continuazione, la vicina di casa stava con lei quando lui andava a fare la spesa. Poi cominciarono le urla, lo rimproverava di non portarla a trovare suo padre che telefonava sempre. In realtÓ suo padre era morto molti anni prima. Decise di portarla in una casa di cura, andato a vedere il posto, si guard˛ intorno e decise:
- Non porto mi muie in mezzo a quella gente strana.
Ero a Tolmezzo quando telefonando ad un amico seppi che Tina era morta qualche mese prima. Non avevo mai telefonato a Francisco, me lo aveva chiesto lui:
- Non telefonare. Tina col telefono se agita.
Tornato a Tenerife, Francisco non l'ho pi¨ visto.


[Kh¨tspe, Genova, Vicolo di San Cristoforo, 2007]




La fonte di questa news Ŕ Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news Ŕ:
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=32