Bianconiglio

Data Sat 21 July 2012 6:00 | Categoria: racconti di poche parole

Non mi ricordo nemmeno come ci sono finito, su questa strada della Sardegna. Non riesco a correre, tutto qui. Le gambe sono lunghe, ma la forza dov’è?

Scendono dall’auto, si avvicinano, occhieggiano, non sanno che fare. È malato – dicono. E sono già condannato. Mi stuzzicano con una verghetta, mi spingono sul ciglio.

Poi, di notte, sognano. Mi sono vestito da Bianconiglio e ridono.

Ma, nudo, sono un coniglio selvatico. Zoppico. Il pelo è stoppaccioso. Sono condannato. L’ultimo desiderio? Un paio di gambe nuove?


Pasquale Misuraca





La fonte di questa news è Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news è:
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=2675