Lear e Shakespeare (1)

Data Tue 17 July 2012 6:00 | Categoria: leOpereeiGiorni


Comincia con questo post una serie di riflessioni intorno a Re Lear e a William Shakespeare. Naturalmente, il primo passo Ŕ la lettura/visione del testo, qui nella versione filmica del 1971 di Peter Brook.

Una parola sull'autore del testo. Ecco come, agli inizi del Seicento, in Inghilterra, Shakespeare va definendo e rappresentando, scoprendo e costruendo, il tipo umano proprio della civiltÓ moderna. (In Spagna ci sta pensando Cervantes, in Francia Montaigne, in Italia Caravaggio.)

Dedico questo inizio a Gabriele Parrillo, uno dei miei attori preferiti - ancora troppo giovane per interpretare Lear, e troppo bello per interpretare il Buffone: sto pensando a lui come Edgar figlio legittimo del Conte di Gloucester.

Pasquale Misuraca




La fonte di questa news Ŕ Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news Ŕ:
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=2670