Haiku e nota (2)

Data Sat 4 February 2012 5:00 | Categoria: haiku rimati

Dentro un orto
si gonfia di silenzio
un cane morto.




Nota di composizione.
Questo è uno di quegli haiku che ‘vedo’ come successione di immagini e mi limito a comporre con le parole che affiorano. Ho ‘sognato a occhi aperti’, e parlo di sogno perché quello che ho visto non era il ricordo di un’esperienza, ma una visione nuova e frammentata, dai confini incerti, come nei sogni appunto, e insieme vagamente cinematografica. Mi trovo dunque improvvisamente in un orto, verde di erbe (?), alberi (?), marrone di terra rivoltata, e tra i filari, prossimi, di una vigna, nella luce di un giorno d’estate, qualcosa di grigio e bianco, ondeggiamento del mio punto di vista, e la massa allungata tra, ora dietro i filari di viti con foglie, in un breve slargo di terra, si rivela essere un cane. Morto. Gonfio. È fermo? Si muove? – mi domando come sempre davanti a un morto. Mi pare si stia gonfiando, ma non di aria – del silenzio che impregna l’orto, e la campagna circostante - che non vedo ma ‘sento’, come sento ancora più lontana una strada asfaltata, e un paese antico.

Pasquale Misuraca





La fonte di questa news è Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news è:
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=2495