Inconfondibile

Data Fri 24 February 2012 4:00 | Categoria: briciole musicali


C'è davvero qualcosa d'inconfondibile nella musica di Mozart, un inafferrabile equilibrio, un'irresistibile bellezza che scaturisce dalla semplice genialità di ogni sviluppo.


Gaetano Valeri (1760-1822)
Sinfonia Rondò per Orchestra, in Do Maggiore (1791)
1. Allegro

Andrea Lucchesi (1741-1801): L’Inganno Scoperto
(ovvero: Il Conte Caramella, libretto di Carlo Goldoni)
Ouverture




Da Il Conte Caramella vi facciamo ora ascoltare l'aria del personaggio Brunoro Venga, venga il Negromante, interpretata per la prima volta dal vecchio Kappelmeister Ludwig van Beethoven nel maggio 1773 (morirà la vigilia di Natale dello stesso anno)1.



Venga, venga il negromante,
Non lo temo, non lo curo:
Colle mazze del tamburo
Io l’incanto disfarò.
Si vedrà ch’è un ignorante,
Come son tutti i suoi pari,
Che si buscan i denari
Da chi fede a lor prestò




_____________________________________
1 Stiamo ovviamente parlando dell'originale Ludwig van Beethoven.
E non del più noto nipote.




La fonte di questa news è Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news è:
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=2337