I soggetti fanno la storia

Data Tue 24 May 2011 6:00 | Categoria: Gramsci

(Scheda3. La storia è fatta dai soggetti umani, e non è guidata da ‘leggi oggettive’.)


“La ricerca sperimentale di leggi sociologiche è il risultato di una concezione naturalistica della storia. Questa concezione della storia esclude ogni novità che risulti da interventi umani-soggettivi: così come la quercia è implicita nella ghianda, è il suo sviluppo, l’avvenire è implicito nel passato e nel presente, è la proiezione delle ‘condizioni’ determinanti. Quantunque la storia non sia intesa come costante ripetizione dello stesso, ed un certo ordine di novità sia così riconosciuto, essa è rappresentata come un processo di sviluppo, cioè accrescimento, espansione, svolgimento, insieme dei processi attraverso i quali un organismo acquista la sua forma matura.

Questo concetto di sviluppo che fonda lo svolgimento storico come processo regolato dalle condizioni oggettive nega il “passaggio della quantità alla qualità, passaggio che turba ogni evoluzione e ogni legge di uniformità”.

Solitamente la critica all’evoluzionismo ed alla legalità sociologica si è risolta nella contrapposizione di un’altra ‘legge di evoluzione’ e di un’altra ‘legalità’: alla concezione del mutamento graduale (riformistico) della società viene opposta la concezione del mutamento secondo rotture repentine (rivoluzionarie); però anche in quest’ultima concezione il mutamento sociale è concepito secondo il canone di una legge obiettiva, la legge appunto del passaggio dalle trasformazioni quantitative alle trasformazioni qualitative, secondo la quale naturalmente dall’accumulo delle piccole e parziali trasformazioni ad un dato momento avviene la metamorfosi del tutto. Gramsci non a caso non solo evita di parlare di ‘legge’ dialettica (del passaggio dalla quantità alla qualità), ma esplicitamente sostiene che questo ‘passaggio’ “turba ogni legge”. Gramsci nega con ciò non i rapporti dialettici ma la loro assunzione come legge della storia.”

Pasquale MisuracaLuis Razeto Migliaro

Dal libro La Traversata. Libro Primo. Dalla critica del marxismo e della sociologia alla proposta di una nuova scienza della storia e della politica, Parte Prima – Capitolo IV: Critica delle leggi storiche, economiche e statistiche.





La fonte di questa news è Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news è:
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=2183