Variazione su una poesia di Toti Scialoja

Data Thu 2 July 2009 8:00 | Categoria: Eftimios

C’è una poesia di Toti Scialoja che recita così:

Vive a Zara, anzi vi langue,
la zanzara senza zeta,
non si azzarda a succhiar sangue
ma nient’altro la disseta.

Sta nel libro scritto-e-disegnato ‘Una vespa! Che spavento’ (Einaudi 1975), che abbiamo letto - Alexandra, io, Eftimios, Nefeli, Sofia - in casa, in viaggio, prima e dopo - fino a scompaginarlo.

Dal principio m'è parso d'intravedere una potenzialità incompiuta, una surrealtà mancata, in questa bella e giocosa poesia, alla quale vorrei finalmente affiancare la seguente variazione:

Vive a Zara, anzi vi langue,
la zanzara senza zeta,
non si assarda a succhiar sangue
ma nient’altro la disseta.

Eftimios l’avrebbe forse certo condivisa. Lo immagino lo vedo sorridere leggermente, appena stringendo gli occhi – ancora più lucenti - e la bocca – ancora più albicocca.





La fonte di questa news è Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news è:
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=1554