Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 96 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 109 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Posso provare il mobbing tramite registrazioni fonografiche? - Pagina stampabile - diritto e rovescio - Fulmini e Saette


Posso provare il mobbing tramite registrazioni fonografiche?

Data Wed 8 October 2008 8:00 | Categoria: diritto e rovescio

Cara Anonima (*), tu vorresti un sì o un no, e dormir sonni tranquilli; ma posso darti io le tranquillità che vai cercando? No, mille volte no. Consolati sapendo che io pure dormo male, e leggi – se ne hai voglia – quanto segue.

“Provare” vuol dire convincere il giudice della verità di quanto asserito da una parte nel processo. È il solito problema della ricerca della verità, che affligge l’umanità tutta, qui aggravato dalla circostanza che, dopo averla sperimentata, di codesta verità si debba persuadere anche il giudice. Come che sia, il 2712 c.c. (Riproduzioni meccaniche) sancisce che «le registrazioni fonografiche […] formano piena prova dei fatti e delle cose rappresentate, se colui contro il quale sono prodotte non ne disconosce la conformità ai fatti o alle cose medesime». “Piena prova” significa «efficacia probatoria assoluta ed incondizionata, nel senso che non lascia margine al giudice per una libera valutazione, ossia lo vincola» (Corte dei conti, sent. 272/2003). Dunque se la parte contro cui la registrazione è prodotta non disconosce la registrazione essa registrazione sufficit a formare il convincimento del giudice. Lo ha detto espressamente – non che ve ne fosse bisogno – anche Cass. 8219/1996, richiamata – e perciò sul punto confermata – da Cass. 10430/2007.
Quid se la parte disconosce? È intuitivo: la prova non sarà più “piena” e diverrà liberamente valutabile dal giudice «secondo il suo prudente apprezzamento» (116 c.p.c.: Valutazione delle prove), o sia coll’uso della ragione e dell’esperienza. Poi nella motivazione della sentenza dovrà dar conto del processo logico seguito e dei risultati della sua valutazione. Si potrà in oltre disporre una consulenza tecnica per verificare che la voce contenuta nel registratore sia quella del datore, che il registratore stesso non sia stato manomesso, e via periziando, a seconda di quanto contestato dal datore.

Il datore in fatti non potrà limitarsi “genericamente” a disconoscere la registrazione, in quanto il disconoscimento «deve essere chiaro e circostanziato ed esplicito con allegazione di elementi attestanti la non corrispondenza tra realtà fattuale e realtà riprodotta» (Cass. 8998/2001). A parte i due esempi di cui sopra, il datore potrebbe per esempio affermare, ed eventualmente provare, che il dialogo si sia svolto in un contesto tale per cui ciò che dalla registrazione appare essere un’offesa in realtà non sia tale (per es. viene riportata la frase “lei è un’indolente” anzi che l’originale “non ho mai detto che lei è un’indolente”), o pure provare che le offese fossero reciproche (per es., “lei è uno schiavista” “e lei è un’indolente”), nel qual caso, ex 599 (Ritorsione e provocazione), comma I c.p., «il giudice può dichiarare non punibili uno o entrambi gli offensori».

Tutto questo tralasciando la possibilità di ricorrere ad altri mezzi di prova: penso sovra tutto alla testimonianza, ma in effetti i colleghi non amano testimoniare contro il proprio datore di lavoro. O, meglio ancora, all’eventualità di far fare una brutta bruttissima figura al datore: gli avvocati son gente fantasiosa e conosceranno certo qualche trucco per aggirare il divieto di cui al 2739 c.c. (nella parte in cui dispone che «Il giuramento non può essere deferito o riferito […] sopra un fatto illecito») e deferire giuramento decisorio all’altra parte: se questa ammetterà, si vincerà la causa; se questa negherà, si perderà la causa, si tirerà fuori il nastro colla registrazione e si inizierà un processo penale per il reato di cui al 371 c.p. (Falso giuramento della parte). Percorrendo questa strada si potrebbe farla davvero pagar cara al datore. Ma questa è un’altra causa…

(*) Giuseppe si riferisce al seguente commento, suscitato dal suo post dell'otto luglio 2008 'Brevi note sulla registrazione':

Inviato: 4/9/2008 19:11 Aggiornato: 4/9/2008 19:11

Molto interessante...
Ma vale davvero?
Ho un'amica incinta che è stata terribilmente vessata quando i suoi 'datori' lo hanno saputo, al limite delle minacce (da pazzi...).
"verba volant", purtroppo.
Sarebbe autorizzata a tenere il microfono dell'MP3 acceso e registrare le SUE conversazioni personali?? Avrebbero valore giuridico???
Dove posso informarmi??



La fonte di questa news Fulmini e Saette
http://www.fulminiesaette.it

L'indirizzo di questa news :
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=1128