Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

RSS
(sfoglia) « 1 2 (3) 4 » (sfoglia)
vademecum per nuovi giunti : La giornata degli esami
di Tonio , Mon 29 December 2008 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

La giornata degli esami all’università è per me una giornata diversa. In quella giornata devo affrontare un viaggio infernale. Mi riferisco alla traduzione, che avviene con mezzi blindati dentro ai quali vi sono delle piccolissime celle in cui vengo rinchiuso fino a destinazione. Purtroppo, questa è la parte più brutta di quella giornata, il viaggio.
Ogni volta arrivo stordito in quanto sono stato al buio per diverse ore e in un ridottissimo spazio e a volte pure ammanettato.
Arrivati al carcere di Rebibbia – premetto che l’esame non vado a darlo alla Sapienza ma all’interno del carcere di Rebibbia – attendo l’arrivo dei docenti e l’esame ha inizio.

Mi interrogano in una stanza tre professori dietro ad una scrivania. Si instaura subito un rapporto docente-studente, ognuno di loro mi fa una domanda sull’argomento dell’esame e non ho mai avuto l’impressione che mi facessero sconti. Ricordo ancora il primo esame che fu imbarazzante. Appena entrato nella stanza salutai con un buongiorno e un sottile sorriso sulle labbra. Dall’altra parte vidi volti seri e molta freddezza, dentro di me dissi: iniziamo bene! Sicché arrivato vicino al tavolo, detti loro la mano presentandomi, cercando di rompere il ghiaccio.
Fui invitato a sedermi e, al contrario di quanto pensassi, l’esame ebbe subito inizio, senza tanti preamboli.

Leggi tutto... | 3 commenti
vademecum per nuovi giunti : Colloquio con la famiglia
di Tonio , Sat 29 November 2008 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Le giornate diverse posso dire che sono quelle in cui faccio colloquio con la famiglia, quello sì che è un momento speciale, che riesce quasi a farmi dimenticare il posto in cui mi trovo. Il ritrovarsi con la famiglia penso che sia il momento più atteso dai detenuti.

L’ansia inizia ad assalirmi già la sera prima. Ritrovarsi con i miei cari, anche se per poche ore, è a dir poco rigenerante. Attraverso loro riesco a vivere un po’ di vita esterna e ci si racconta un po’ di tutto.

Leggi tutto... | 3 commenti
vademecum per nuovi giunti : Una giornata normale
di Tonio , Wed 29 October 2008 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

La vita intramuraria ha ritmi molto diversi da quelli che si conducono all’esterno. Ci sono orari ai quali adattarsi non è facile, specie per chi si trova a vivere la vita da recluso per la prima volta. Con il passare del tempo però ci si abitua anche a questo. Ma prima di dire come si svolge una mia giornata “normale” è bene fare una piccola premessa su come gli Istituti di Pena applicano il regolamento carcerario.

Come ho già detto in altri posts, ogni Istituto applica un proprio regolamento interno, che molto spesso varia anche da sezione a sezione. Questo avviene soprattutto perché ogni Istituto ospita diverse tipologie di detenuti, quindi è ovvio che all’interno delle sezioni si sviluppino diversi progetti – da qui la necessità di variazioni del regolamento.

Leggi tutto... | 4 commenti
vademecum per nuovi giunti : Vademecum per nuovi giunti (quinta parte)
di Tonio , Mon 29 September 2008 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Si conclude oggi la pubblicazione del ‘vademecum per nuovi giunti’ iniziata il 29 maggio 2008 (e proseguita il 29 giugno, luglio, agosto). Questa è l’occasione per i lettori-ascoltatori-spettatori del sito-rivista di commenti più comprensivi su questo primo contributo del nostro coautore ‘Tonio’. Dal 29 ottobre la sua collaborazione assumerà una nuova forma. Fulmini

Benefici e Misure Alternative previste dalla Legge Penitenziaria.
Modifiche e Integrazioni.

L’ordinamento penitenziario prevede una serie di benefici e misure alternative che hanno subìto nel corso degli anni un numero incredibile di variazioni e integrazioni. [...]

Ometto di trascrivere i prospetti particolareggiati elaborati da Tonio, riservandomi di fornire precise indicazioni a precise domande dei lettori. E riporto quelle che ritengo le informazioni di interesse generale sulla questione. Fulmini

- La semilibertà può essere concessa dopo aver espiato almeno due terzi della pena;
- L’assegnazione del lavoro esterno può essere disposta dopo l’espiazione di almeno un terzo della pena e, comunque, di non oltre cinque anni. Nei confronti dei condannati all’ergastolo l’assegnazione può avvenire dopo l’espiazione di almeno dieci anni;
- La liberazione condizionale può essere concessa soltanto dopo che il condannato abbia espiato due terzi della pena;
- I permessi premiali possono essere concessi soltanto dopo l’espiazione di metà della penae, comunque, di non oltre dieci anni. I condannati all’ergastolo devono aver scontato almeno dieci anni.

Leggi tutto... | 4 commenti
vademecum per nuovi giunti : Vademecum per nuovi giunti (quarta parte)
di Tonio , Fri 29 August 2008 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

È nato il 29 del mese di maggio scorso un nuovo coautore di questo sito-rivista – ‘Tonio’ – e una nuova rubrica a cadenza mensile - ‘vademecum per nuovi giunti’ - compresa nella categoria ‘Saggi’. Dopo ‘temi mariani’ – lettere dalla scuola – e 'vita di imprenditore' - lettere dall'impresa - un altro 'rappresentante' della ‘società civile’ parla direttamente, ascolta leggendo, risponde alle domande e ai commenti attraverso lettere dalla galera.

‘Tonio’ è un detenuto. Non può usare internet - la prima e unica rete di computer mondiale ad accesso pubblico realizzata. Ma siccome "solo chi vuole i mezzi vuole il fine", e il fine di questo sito-rivista è mettere in relazione le voci che gridano nel deserto e le orecchie capaci di sopportare troppa realtà, di volta in volta pubblicherò i suoi posts, da me desiderati, collegialmente cercati e individuati per via amicale (la strada maestra di questo sito), concordati, e infine ricevuti per lettera.

Trascorso qualche giorno dalla pubblicazione, raccoglierò i commenti e le domande che il suo post avrà suscitato, li stamperò e glieli spedirò, per lettera. Qualche giorno ancora e lui mi farà pervenire, sempre per lettera, le sue risposte ai commenti, le sue domande alle domande. E così, di mese in mese, ‘Tonio’ parteciperà dialogando a questa rivista intellettuale e morale - che in futuro accoglierà altri intellettuali di professione, altri scrittori per vocazione, e altre lettere - dalla parrocchia, dal porto, dalla comunità montana e via equamente solidarizzando fino al pieno sviluppo dell'"arte del vivere civile".

Ecco dunque di seguito - dopo l'autoritratto di 'Tonio' - la quarta parte del ‘vademecum per nuovi giunti’.

Fulmini


*

Autoritratto

Il mio nome è Antonio. Ho 38 anni e sono in galera da quando ne avevo circa venti. Ho girato un sacco di carceri e questo in un certo senso mi ha fatto conoscere bene tutti gli aspetti della vita carceraria.
Purtroppo da ragazzo ho agito d’istinto e ho ragionato in termini di breve periodo. Non ho pensato alle conseguenze che avrebbero comportato determinate mie scelte, mi sono limitato a vedere quello che potevo ricevere nell’immediatezza, non ho usato la ragione.
A onor del vero io sono uno di quelli che ‘ci credeva’. Oggi nessuno vuole ammetterlo, ma spesso si abbraccia la bandiera delle varie mafie anche in funzione di certi valori che allora si credevano validi e onorati.


*

Operatori Penitenziari: Chi sono e Cosa fanno (2)

L’assistente Sociale.

L’Assistente Sociale è un operatore le cui mansioni, in parte, possono essere considerate complementari a quelle svolte dall’Educatore.
Egli non solo partecipa all’opera di osservazione e trattamento, svolgendo attività intese a favorire un mantenimento di interessi culturali e sociali da parte del detenuto, ma funge da tramite tra quest’ultimo, la sua famiglia ed il contesto socio-ambientale.
Tra le tante attività, si evidenziano quelle dell’ndividuazione e attivazione di risorse (coinvolgendo strutture socio-assistenziali pubbliche e/o di volontariato).
All’interno dell’Istituto, l’Assistente Sociale svolge compiti di consulenza a favore dei detenuti, relativamente a problemi familiari, economici, o comunque legati al mondo esterno, nonché interventi di sostegno.
Riguardo a tali esigenze del detenuto, l’Assistente Sociale utilizza le risorse interne ed esterne a sua disposizione, rimuove eventuali ostacoli e previene ulteriori problemi.
Egli provvede inoltre a redigere relazioni (relativamente a problematiche socio-familiari) da inviare a: Tribunali, Uffici di Sorveglianza, Istituti Penitenziari e C.S.C.

Tra le sue competenze rientrano inoltre:
- trattamento dei sottoposti a misure alternative;
- controllo-aiuto degli affidati, art. 47 e seg. O.P.
- vigilanza-assistenza dei semiliberi;
- sostegno-assistenza dei sottoposti a libertà vigilata e dei detenuti in permesso o in licenza.

Leggi tutto... | 5 commenti
(sfoglia) « 1 2 (3) 4 » (sfoglia)