Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

RSS
(sfoglia) « 1 2 (3) 4 » (sfoglia)
vita di imprenditore : Sognando la Sugar
di fort , Tue 4 November 2008 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

La Comunità Europea aveva recepito l’allarme dell’Organizzazione Mondiale della Sanità circa la ricomparsa di malattie nel vecchio continente ed aveva disposto che, nei locali esposti al pubblico, tutti i prodotti alimentari fossero protetti da una barriera atta ad impedire contaminazioni tramite contatto di liquidi organici ed il tatto.
Tradotto nel nostro linguaggio commerciale questo significava la sparizione delle vecchie zuccheriere aperte sul banco dei bar e l’introduzione obbligatoria della bustina monodose di zucchero. Si era aperto un grande mercato e non avevo nessuna intenzione di lasciare il campo alle torrefazioni. Ma come fare? Confezionavo per loro (come tutti gli altri confezionatori, del resto) a margini ridotti, il grosso margine lo avevano le torrefazioni. Dovevo fare attenzione a non fare la fine dell’Uomo Ragno, a non fare sgarri all’industria del caffè: io ero un microbo.

Leggi tutto... | 3 commenti
vita di imprenditore : Conosce qualcuno a Roma?
di fort , Sat 4 October 2008 8:10
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

La faccenda era che, al punto in cui eravamo, dovevamo per forza cambiare sede, ci occorreva una più grande e funzionale ed obbligatoriamente in piano con la strada: pallets da 1,2 tonnellate non permettevano alternative e non perdonavano errori.
La clientela, tutta su Milano città, ci obbligava ad adeguarci ad un difficile, economicamente parlando, parametro: il magazzino dovevamo cercarlo necessariamente in città. Solo così avremmo potuto mantenere il ritmo di consegne, e quindi di incassi.
Il fatto era che non osavamo prendere in considerazione l’acquisto, indebitati come eravamo e ci indirizzammo verso l’affitto.
Ma il canone era elevato: i proprietari e le agenzie approfittavano della nostra situazione di necessità ed alzavano il prezzo.
Eravamo disperati, non sapevamo come fare.

Leggi tutto... | 1 commento
vita di imprenditore : Quel maledetto vino al metanolo
di fort , Thu 4 September 2008 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

A due anni dall’inizio dell’attività cominciavo a rendermi conto di essermi cacciato in un bel pasticcio dal quale era difficile venirne fuori. Mi si presentavano due grossi problemi ai quali non riuscivo a dare una soluzione per quanto non ci dormissi la notte.

Il primo era rappresentato dalla sede. Avevamo messo su un gran movimento di merce ed il magazzinetto sotto il condominio non era assolutamente sufficiente. Senza contare le difficoltà dello scarico dell’autotreno: già dal giorno prima dovevamo preoccuparci di occupare in strada i posti per farlo parcheggiare, e le difficoltà di traffico che l’operazione di scarico comportava: si formavano code di macchine mentre il muletto metteva a terra i bancali da una tonnellata l’uno.

Leggi tutto... | 2 commenti
vita di imprenditore : il Pasticciere (l'amor che move il sole e l'altre stelle)
di fort , Mon 4 August 2008 9:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Il lavoro, ormai, era a pieno regime. Un lavoro, però, che redditualmente non ci soddisfaceva, benchè aumentasse di giorno in giorno: un gran movimento di merce e basta. E ci spremevamo il cervello per aumentare la produzione di bustine di zucchero, la sola maniera di incrementare il reddito. Era il mio chiodo fisso, ci pensavo giorno e notte, non ci dormivo.

Mi ricordo che stavo battagliando con una nuova routine del nostro programma contabile - che cominciava a materializzarsi man mano che passavo gli algoritmi al programmatore. Me lo stavo facendo su misura, il programma.
- Le chiedo scusa, ho suonato ma lei non mi ha sentito, posso parlarle due minuti?
Non era molto alto, rossiccio di capelli e giovane. Più o meno la mia età. Le scarpe pulite ma, lungo la cucitura, leggermente sporche di farina.

Leggi tutto... | 1 commento
vita di imprenditore : La Tentazione e l'Opportunità
di fort , Fri 4 July 2008 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Mettetevi nei miei panni e immaginiamo di vivere una trentina di anni fa.

Lo zucchero, prodotto nobilissimo biologicamente, commercialmente è un prodotto povero: è già compreso nel prezzo del caffè - ma i gestori lo dimenticano volentieri e lo considerano un costo. E poi, ha il brutto difetto di essere pesante. Non solo: essendo un bene a domanda congiunta è logico che a venderlo siano le ditte di caffè, le torrefazioni - che però lo fanno malvolentieri perché non ci guadagnano. Per di più, lo zucchero ha un prezzo politico, è calmierato.

Leggi tutto... | 2 commenti
(sfoglia) « 1 2 (3) 4 » (sfoglia)