Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

RSS
(1) 2 3 4 ... 39 » (sfoglia)
iLibrieleNotti : Bolzoni, Mafia, Stato
di fulmini , Sun 7 April 2019 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


(Ri-pubblico per i lettori del sito-rivista il fulmine uscito ieri su 'Alias', supplemento culturale del quotidiano 'il manifesto', nella rublica 'Fulmini e Saette', si capisce.)

Lo Stato è infetto, ma non basta disinfettarlo

I politici e i burocrati parlano sempre a favore delle istituzioni esistenti. E intanto le usano per farsi i fatti propri e della propria ‘famiglia’, e non i fatti degli altri, dei cittadini e dei campagnoli.

Attilio Bolzoni ha pubblicato un “libro maleducato” a proposito del comportamento dei politici e dei burocrati che agiscono nelle istituzioni coltivando il potere infetto. “Maleducato”? – gli chiedo mentre mi dedica una delle sue copie. “Con gli amanti del potere infetto bisogna usare un linguaggio maleducato”, mi risponde col suo sorriso greco e arabo.

A me, leggendo Il Padrino dell’Antimafia, sarcasticamente appassionato com’è, m’è venuto in mente Gramsci in carcere, un autore tanto noto quanto sconosciuto.

Il paragone non ti sembri eccessivo, lettore che mi stai leggendo: rispettando tutte le proporzioni, Attilio appartiene al suo stesso tipo intellettuale e morale – quello che svela la corruzione organica del potere e persegue con la sua imperterrita attività la possibilità del Regno dei Cieli qui e ora.

Il libro è la cronaca della persecuzione subita da Bolzoni giornalista esperto di tragedie civili e mafie mascherate, dal 2015 fino ad oggi , da parte dei politici e burocrati siciliani e italiani, e dai loro complici e servi, per aver rivelato che l’Apostolo dell’Antimafia, Calogero Antonio Montante, era un ossimoro vivente: il Padrino dell’Antimafia.

Non ti anticipo i particolari. È un libro trascinante e ricco, di particolari e circostanze, di nomi inattesi e situazioni tragicomiche.

Una sola critica devo muovere a questo memorabile libro civile in soggettiva.
Attilio giornalista e annalista pensa, come Nicola Gratteri magistrato e sociologo (il suo omologo calabrese) che si tratti di ‘disinfettare’ il potere, di estirpare la ‘malapianta’ delle mafie. Non basta. Bisogna fare qualcosa di più radicale.

Mentre disinfettiamo lo Stato, bisogna costruire una nuova e superiore struttura del governo politico nazionale e internazionale. La crisi che stiamo vivendo si risolverà alla radice col lavoro convergente di giornalisti e magistrati e scienziati della storia e della politica, e di cittadini e campagnoli, usando bene i Quaderni di Gramsci – quel libro che negli anni Trenta del Novecento ha mostrato e dimostrato che questa crisi è la “crisi organica” dell’intera civiltà moderna.

Commenti?
iLibrieleNotti : Attilio Bolzoni, Pasquale Misuraca, Mafia, Stato
di fulmini , Sun 31 March 2019 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


Attilio Bolzoni, Il Padrino dell'Antimafia
https://www.youtube.com/watch?v=zWxNp5XOm8k&ref=RHPPBT-BO-I0-C4-P14-S1.4-T1

Pasquale Misuraca, recensione-video de 'Il Padrino dell'Antimafia': https://www.youtube.com/watch?v=EmvtD-pc3d8

Commenti?
iLibrieleNotti : Festeggio i 71 anni lavorando
di fulmini , Tue 12 March 2019 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


Questo videolibro vuole rispondere ad un bisogno sociale che Luis Razeto ed io consideriamo profondo e diffuso, il bisogno di elaborare una nuova e superiore visione del mondo, dal momento che le visioni del mondo precedenti (le grandi ideologie) che stavano alla base della civiltà moderna sono in crisi.

Le grandi e piccole ideologie che guidano i nostri comportamenti non cadono dal cielo, sono costruzioni umane prodotte da tutti gli esseri umani che sono vissuti e morti su questo pianeta che gira intorno ad una stella nana che si trova alla periferia della Via Lattea.

Nei cinque miliardi di anni che verranno, questa stella nana, il Sole, continuerà a produrre il calore necessario alla riproduzione della vita animale sulla Terra. Diamoci da fare per renderla sempre più abitabile, e felice. Questi due giovani romani ci stanno pensando e provando. Facciamo anche noi la nostra parte.

https://www.youtube.com/watch?v=axYHdO09FAU&t=31s

Commenti?
iLibrieleNotti : Gramsci, questo sconosciuto
di fulmini , Tue 5 March 2019 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  
Commenti?
iLibrieleNotti : Gramsci? Chi era costui?
di fulmini , Fri 1 March 2019 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


Antonio Gramsci


E' finito il mese di caccia alle balene. Ho ucciso la balena bianca, il Male. Nei prossimi giorni pubblicherò su Amazon un libro, un libro di carta, che racconta la caccia e la vittoria.

Oggi ne anticipo un capitolo per te che vuoi conoscere il mondo per trasformarlo, che vuoi vivere come un albero. “Tu puoi solo vivere di quello che trasformi. Vivere per l’albero significa prendere della terra e trasformarla in fiori.” Antoine de Saint-Exupéry

"Gramsci e la crisi

Gli autori che più ci fanno comprendere la crisi che stiamo vivendo – ecco il mio programma Alias 2012. Ho detto di Kafka e Buster Keaton (gennaio e febbraio), è venuto il momento di Gramsci.

Tra il 1929 e il 1935, scrivendo i Quaderni, Gramsci mostra e dimostra che la civiltà moderna è entrata in “crisi organica” agli inizi del Novecento.

Crisi “organica” vuol dire – estremamente semplificando: 1. di lunga durata, 2. di carattere mondiale, 3. che riguarda tutti gli Stati, 4. che è economica-sociale-politica-culturale, 5. che nasce dalla rottura degli automatismi economici-sociali-politici-culturali dati e dall’emergenza di nuovi modi di sentire-comprendere-capire-agire, che però non arrivano a espandersi fino a sostituire i precedenti.

Ecco perché Gramsci è attuale oggi: perché ha analizzato lo stato nascente di questa crisi. La crisi finanziaria dei subprime, scoppiata alla fine del 2006 negli Stati Uniti, dunque, non è l’inizio della crisi che stiamo vivendo, bensì l’inizio della fase terminale della ‘crisi organica’.

La prima guerra mondiale è “la prima risposta” alla crisi organica. Un primo tentativo, da parte delle classi dirigenti, di massificare e standardizzare le classi dirette – che iniziavano a sviluppare pericolosamente la loro creatività, autonomia, solidarietà.

Sulla scia della prima guerra mondiale, si elaborano, teoricamente e praticamente, tre grandi risposte regionali alla crisi organica mondiale. Il fascismo, lo stalinismo, l’americanismo. Tre risposte che non risolvono la crisi, solo la prolungano, e sfumano una dopo l’altra. Sconfitta del fascismo, crollo sovietico, declino americano.

Gramsci scrive i Quaderni quando queste risposte sono in costruzione, e fa una critica scientifica delle loro basi economiche, sociali, politiche, culturali – incentrata nella critica del marxismo e della sociologia, architravi teoriche delle tre risposte.

Gramsci oltre il marxismo? Sì, Gramsci, con i Quaderni, supera il marxismo dei marxisti e di Marx stesso – e lo sa: “Perché gli Epigoni dovrebbero essere inferiori ai progenitori? Nella tragedia greca, gli ‘Epigoni’ realmente portano a compimento l’impresa che i ‘Sette a Tebe’ non erano riusciti a compiere.” Quaderno 8 – 1931-32.

A partire da questa doppia critica Gramsci fonda una nuova scienza, la “scienza della storia e della politica”, e individua alcuni elementi fondamentali per una concatenazione di teorie scientifiche: la teoria della crisi organica prima fra queste.

Per risolvere questa crisi occorre sviluppare una nuova scienza. Le vecchie scienze economiche-sociali-politiche, da decenni, non comprendono la realtà, non prevedono i processi, non progettano il futuro.

Da anni (dalla scrittura del libro Sociologia e marxismo nella critica di Gramsci, De Donato, 1978) Luis Razeto e io stiamo lavorando alla costruzione della scienza della storia e della politica, partendo dal Gramsci dei Quaderni. Il primo passo è stato precisamente la teoria della crisi organica. Il passo più recente è La Vita Nuova.

(Alias, 3 marzo 2012)"

Il capitolo è già conosciuto dai lettori fedeli del sito-rivista. Infatti si trova qui: http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=2523

Commenti?
(1) 2 3 4 ... 39 » (sfoglia)