Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

RSS
(sfoglia) « 1 ... 134 135 136 (137) 138 139 140 ... 144 » (sfoglia)
leOpereeiGiorni : Il dito di Galileo
di fulmini , Sat 16 May 2009 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Universo, Via Lattea, Terra, Europa, Italia, Firenze, Palazzo Strozzi. L’Istituto e Museo di Storia della Scienza ha allestito una mostra in occasione del quarto centenario della prima osservazione galileiana dell’Universo.

I suoi visitatori possono osservare, fino al 30 agosto di quest’anno (avete tempo ma segnatevelo sul taccuino), un dito mummificato dello scienziato pisano, strappato nell’Età dei Lumi al suo cadavere, conservato ed esibito – affermano tutti insieme gli autori di questo piano sequenza di atti superstiziosi - per testimoniare un’idea di società in cui la ragione prevale sulla superstizione.

“Il morto afferra il vivo.” (Karl Marx) “Ma mi faccino il piacere!” (Antonio De Curtis)

Commenti?
leOpereeiGiorni : Il fine non giustifica i mezzi
di fulmini , Fri 24 April 2009 10:40
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Dick Cheney – ex vicepresidente degli Stati Uniti - ha ammesso ieri che sì, sapeva delle torture da infliggere ai detenuti di Al Qaeda dopo l’11 settembre 2001, e le aveva approvate, e pensa di aver fatto la cosa giusta, perché così facendo ha salvato la nazione statunitense da nuovi attacchi terroristici – il fine giustifica i mezzi. Cheney si è vantato insomma d’essere un uomo politico machiavellico: non ha forse detto Machiavelli che “il fine giustifica i mezzi”?

No. Machiavelli non ha detto questo. Non lo ha pensato. Non lo ha scritto. La frase gli è stata attribuita dai suoi avversari – i gesuiti primi fra tutti. Machiavelli ha scritto, ne ‘Il Principe’: “E’ necessario a uno principe, volendosi mantenere, imparare a potere essere non buono, e usarlo e non l’usare secondo la necessità.” Ebbene, l’inciso “volendosi mantenere” non è giustificativo: il fine non giustifica i mezzi, perché l’essere non buoni non ricava mai, nemmeno dal successo politico, una giustificazione morale (leggi per esteso R. Buscagli, ‘Niccolò Machiavelli’, La Nuova Italia 1975).

Machiavelli dunque dice (pensa e scrive) che la politica propria del mondo moderno non nasce dalla morale e non è giustificata dalla morale, è una politica a-morale.

Per concepire e praticare una politica morale bisogna concepire e praticare la ‘scienza della storia e della politica’ e ‘l’economia di solidarietà’ – vedi le rubriche Gramsci e economia di solidarietà del sito-rivista.

Leggi tutto... | 7 commenti
leOpereeiGiorni : vedere insieme un film: 'Angelus Novus'
di fulmini , Thu 23 April 2009 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Domani, venerdì 24 aprile, alle ore 21.00, in Viale del Campo Boario 4a - di lato alla Piramide Cestia di Roma, all’interno dello Studio Campo Boario (meglio noto come 'Piramide Channel') di Alberto D'Amico e Tino Franco, si proietta il film Angelus Novus (Semaine Internationale de la Critique Française, Festival di Cannes 1987) e di seguito se ne parla un po’, con la partecipazione di Alexandra Zambà (scenografia e costumi) e Pasquale Misuraca (sceneggiatura e regia).

Riflessione preliminare, suscitata da tanti e diversi anni di partecipazione a proiezioni/discussioni di opere audiovisive, in forma di spettatore, e di (co)autore.
Un autore può spiegare (nel senso di stendere, svolgere, aprire ciò che è involto, piegato, chiuso - insomma dispiegare) le intenzioni che stanno dietro l’opera (l’idea, l’ideologia, il progetto, il fine) e il processo artigianale della sua costruzione (la scelta e l’uso dei mezzi tecnici e organizzativi). Quanto al valore artistico dell’opera, il suo autore, i suoi autori non possiedono nessuna interpretazione autentica: sono spettatori come gli altri. Hanno diritto di parola - niente di meno, niente di più.


Commenti?
leOpereeiGiorni : Ma che cos'è questa crisi?
di fulmini , Mon 9 March 2009 2:40
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Leggo il Corriere della Sera - CorrierEconomia - di oggi: "Peggio che nel 1929. Dopo 510 giorni di crisi l'indice S&P 500 ha perso il 56%: a parità di giorni durante la Grande Depressione aveva bruciato solo il 43%..." (articolo di Giuditta Marvelli e Marco Sabella) e penso:

Se quella crisi fosse stata un raffreddore questa sarebbe un'influenza, se fosse stata un'influenza sarebbe una bronchite, se fosse stata una bronchite sarebbe una bronco-polmonite, se fosse stata una bronco-polmonite...

La gran parte degli economisti, dei sociologi, dei politologi, dei politici, assicurano che passerà questa crisi, non può non passare. Io invece mi domando e vi domando a bruciapelo: "Se l'arcivescovo di Costantinopoli si disarcivescovocostantinopolizzasse, vi disarcivescovocostantinopolizzereste voi?"

Commenti?
leOpereeiGiorni : Erbe commestibili: Crespigno
di fulmini , Mon 9 March 2009 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


Questa che presentiamo oggi


crespigno da lontano


a chi ha occhi per vedere


crespigno da vicino

Roma, via Casilina, 6 marzo 2009


è il Crespigno, erba selvatica cosmopolita (diffusa sui due terzi delle terre emerse) commestibile (se raccolta in campagna). A rapida cottura, è (dolcemente) buona da sola o in contrappuntistica compagnia (di erbe amarognole). È buona d’altro canto cruda, in insalata.


Leggi tutto... | 3 commenti
(sfoglia) « 1 ... 134 135 136 (137) 138 139 140 ... 144 » (sfoglia)