Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

RSS
(1) 2 3 4 ... 149 » (sfoglia)
leOpereeiGiorni : Buster Keaton a Roma
di fulmini , Sat 22 February 2020 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


fotogramma di The General


La relazione che lega il nuovo cinema e la nuova scienza che vado facendo da 45 anni è venuta alla luce, con gioia e con dolore, nel corso della presentazione al cinema Apollo 11 di Roma, il 20 gennaio 2920, del critofilm 'Buster Keaton Autoritratto'.

Questo nuovo cinema, il "cinema cappuccino", e questa nuova scienza, la "scienza della storia e della politica", non li faccio da solo. Non mi sono montato la testa, e sto in buona compagnia.

Il cinema è per sua natura un'arte collaborativa, collegiale, collettiva. E poi di questo nuovo cinema ci sono tracce in altri cineasti, e oggi specialmente negli autori di Fuorinorma - il movimento cinematografico individuato e organizzato da Adriano Aprà.

La scienza della storia e della politica la vado costruendo con Luis Razeto. E prima di noi l'ha iniziata e fondata Antonio Gramsci nei suoi Quaderni del carcere, e tra Gramsci e noi ci hanno lavorato in vario modo Ferdand Braudel e Johan Huizinga, Pier Paolo Pasolini e Arnold Joseph Toynbee e Oswald Spengler e tanti altri.

Nello stesso tempo, è evidente in questo video il fatto che i miei rapporti con la cultura italiana sono segnati dal silenzio gesuitico degli intellettuali democratici e progressisti e rivoluzionari e da un certo mio "orgoglio e dolore della solitudine" (Pier Paolo Pasolini).

https://www.youtube.com/watch?v=dOgBz71h3Co&t=89s

L'autoritratto di Buster Keaton lo trovate qui: http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=4979



Commenti?
leOpereeiGiorni : Una foto, due civiltà
di fulmini , Wed 12 February 2020 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


alberi


Ho scattato questa foto nei pressi di Piazza Albania in Roma, era la mattina del 26 gennaio, era domenica e aspettavo camminando e pensando e osservando che si facessero le dieci: ero da quelle parti per assistere ad una Conferenza Pubblica del movimento rivoluzionario e internazionalista extraparlamentare 'lotta comunista' (di quella conferenza vi parlerò un'altra volta).

Un albero composto da tanti alberi.

Cosa ho visto, cosa ho voluto metaforicamente rappresentare facendo questa foto? Ho rappresentato concretamente il fatto che ci sono organismi singolari che compongono con altri organismi singolari organismi plurali.

Mi spiego. Esistono i singoli esseri umani che vivono in città, Panco Pinco e Pinco Panco, tu ed io. Ed esiste la città, che è composta da tanti singoli esseri umani, da tanti cittadini. Esiste l'individuo ed esiste la società - aveva torto Margaret Thatcher (la quale, liberista com'era, diceva che esistono gli individui e non esistono le società) Il singolo individuo è un organismo, la città è un organismo, la società è un organismo - e si potrebbe continuare: la comunità è un organismo, lo Stato Nazionale è un organismo. Insomma il concetto di organismo è un concetto fondamentale non soltanto in medicina e in biologia ma anche in sociologia ed economia e scienza politica e scienza storica. Per questo Gramsci chiama questa crisi che stiamo vivendo, e badate bene che lo fa nei Quaderni del carcere, scritti tra il 1929 e il 1935, chiama questa crisi che è la crisi della civiltà moderna "crisi organica".

Il singolo individuo è un organismo, la città è un organismo, la società è un organismo. Esiste anche un organismo composto da tanti singoli esseri umani che si chiama civiltà. Esistono - e sono esistite - tante civiltà, che si succedono nel tempo e nello spazio sul pianeta Terra. Noi, tu che mi stai leggendo ed io che ti sto scrivendo, viviamo in una fase di passaggio tra due civiltà, nella dissolvenza incrociata tra la vecchia civiltà moderna che sta morendo e la nuova civiltà degli umani creativi e autonomi e solidali che sta nascendo.

Sono ormai 45 anni che sto documentando e raccontando questo passaggio, questa dissolvenza, con saggi e libri, documentari e film, e foto come questa. Ma la grande degli esseri umani hanno gli occhi e non vedono, hanno gli orecchi e non sentono. Non vogliono vedere, non vogliono sentire. "Vogliono essere inferiori a loro stessi" (Pier Paolo Pasolini).

Come? Vuoi conoscere un testo chiaro e tondo e illustrato da sequenze di film e documentari e brani musicali e da foto su questa civiltà che sta nascendo, su questa Vita Nuova? Eccolo: l'ho scritto e illustrato con Luis Razeto:
http://pasqualemisuraca.com/sito/index.php/scienza/196-la-vita-nuova-versione-multimediale.html

Buona giornata a tutti, auguri ai belli auguri ai brutti.

Commenti?
leOpereeiGiorni : Criterio d'interpretazione generale
di fulmini , Mon 10 February 2020 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Ragazzi, ci serve un criterio di interpretazione generale dei processi in corso nel mondo grande e terribile.

Per un secolo e mezzo (da metà Ottocento a fine Novecento) Marx e i marxisti hanno detto: la storia del mondo è storia di lotte di classi, e nella civiltà moderna la partita si gioca tra borghesia e proletariato, tra capitalismo e comunismo.

Alla fine del Novecento il comunismo è morto, il capitalismo è entrato in fase preagonica e il politologo Samuel Huntington ha parlato di "scontro di civiltà" - in un articolo del 1993 su Foreign Affairs dal titolo The Clash of Civilizations?, in risposta al libro The End of History and the Last Man, dato alle stampe nel 1992 dal politologo Francis Fukuyama.

Luis Razeto ed io pensiamo e scriviamo invece, dal 1975, cioè da 45 anni, che è in atto la crisi della civiltà moderna - "crisi organica" la chiama Gramsci, il primo a individuarla e teorizzarla nei Quaderni del carcere, con i metodi ed i concetti di una nuova scienza, la "scienza della storia e della politica".

https://www.youtube.com/watch?v=qcLcu1HOzWw

Commenti?
leOpereeiGiorni : Frammenti
di fulmini , Sat 8 February 2020 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


sculture antiche


Museo nazionale etrusco di Villa Giulia, fine del 2019. Nel frammento, nella metafora, nella sineddoche, nella metonimia, traspare sempre qualcosa di conturbante, come in uno specchio, come in un quadro di Caravaggio - chissà cosa ne pensa Nefeli, saggista suprema.

Leggi tutto... | 7 commenti
leOpereeiGiorni : Buster Keaton Autoritratto / distribuzione
di fulmini , Wed 22 January 2020 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


buster keaton

Fotogramma del film The Navigator

buster keaton

Foto di Luis Delgado Aragonez

Lunedì 20 gennaio 2020 ho pubblicato in prima mondiale, nel cinema romano Apollo 11, il documentario-film Buster Keaton Autoritratto.

Le associazioni culturali, le biblioteche, le scuole medie superiori e le università che desiderano proiettarlo nelle loro sedi possono scrivermi e concordare il quando e il come ( misuracapasquale@gmail.com ) – pratico programmaticamente il decentramento culturale e sperimento da sempre e felicemente lo scambio di esperienze e idee con gli spettatori.

I singoli spettatori possono visionare comodamente, nella propria casa, sul proprio computer, quest'opera - che mi è costata anni di ricerche e mesi di lavoro - pagando il biglietto in forma di donazione nel mio sito-officina ( http://www.pasqualemisuraca.com/sito/ ), o con un bonifico - come è già accaduto in questi primi giorni di diffusione dell'opera da parte di coloro che non hanno dimestichezza con PayPal. Lo spedirò al volo con WeTransfer.

Ed ecco il promo di Buster Keaton Autoritratto: https://www.youtube.com/watch?v=b4PfrJAqlUk&t=12s

Pasquale Misuraca

Leggi tutto... | 5 commenti
(1) 2 3 4 ... 149 » (sfoglia)