Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

RSS
(sfoglia) « 1 (2) 3 4 5 6 » (sfoglia)
il crogiolo : Sviluppo economico della Germania e crisi d'identità della SPD (1)
di mariopennetta , Thu 3 July 2008 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

La SPD tedesca attraversa una crisi di identità da far risalire alla politica riformista impostata da Gerhard Schroder e volta a dare al Partito un nuovo programma politico in sintonia con quello del Labour inglese di Tony Blair e delle socialdemocrazie scandinave. Nel 2003 il cancelliere Schroder elaborò “l’agenda 2010” e cioè una serie di riforme strutturali nei settori del welfare state, del mercato del lavoro, dell’istruzione, del federalismo.
Alla fine degli anni ’70 i paesi occidentali entrarono in una profonda crisi economica a seguito della fine delle politiche di ricostruzione post bellica. Per la prima volta i sistemi economici occidentali furono interessati dalla stagflazione, e cioè dalla simultanea presenza di stagnazione economica, alta disoccupazione e alta inflazione. Il Modell Deutschelland fu in grado invece di ristrutturarsi, almeno fino al 1990 anno dell’unificazione ed evitare così la crisi che invece arrivò proprio a seguito delle politiche che furono varate per la creazione all’Est di un'economia di mercato.

Leggi tutto... | 1 commento
il crogiolo : I grandi partiti riformisti europei (1)
di mariopennetta , Sun 15 June 2008 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Programma per un’analisi della crisi che attraversano i grandi partiti riformisti europei.

I partiti socialdemocratici ed i partiti riformisti europei attraversano una crisi di consenso che ha portato la gran parte di essi all’opposizione nei rispettivi paesi. Questi partiti si trovano ad affrontare problematiche comuni pur operando in paesi differenti in una fase storica caratterizzata da una ricerca di un ruolo per l’Europa dopo anni di economia globalizzata. Siamo in una fase nella quale l’Europa deve trovare risposte strutturali alla sua crisi. Quale sarà il suo ruolo nella divisione internazionale del lavoro, sarà subalterna ancora agli USA? Giocherà un nuovo ruolo come UE nei confronti di economie in crescita come la cinese, pur mantenendo un’alleanza con gli USA? O saranno i singoli paesi della UE che bilateralmente tratteranno con gli USA e la Cina?

Leggi tutto... | 1 commento
il crogiolo : L'industria internazionale del cinema
di mariopennetta , Wed 21 May 2008 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

In occasione del festival del cinema di Cannes si sono accesi i riflettori sul settore Cinema con analisi e critiche sui film, sugli attori e le loro performance, sulla qualità delle sceneggiature e della fotografia, sulle innovazioni presentate dai registi. Altri su questo sito-rivista interverranno a illustrare e criticare i film presentati, io mi voglio invece soffermare sul Cinema in quanto industria in espansione e che può rappresentare un volano importante per lo sviluppo di un settore qualificato dell’economia.

A questo proposito estrapoliamo e commentiamo alcuni dati forniti dall’ Observatoire européen de l’audiovisuel.

Leggi tutto... | 4 commenti
il crogiolo : le bolle speculative
di mariopennetta , Mon 5 May 2008 7:30
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Anche nei secoli scorsi si verificavano delle bolle speculative che causavano caduta dei redditi, disoccupazione, impoverimento generale. Fu così nel 1647 con la famosa bolla “dei bulbi dei tulipani” o con la bolla causata dall’aumento nei prezzi delle attività finanziarie che portò alla crisi del 1929. Caratteristica di queste bolle era che si manifestavano ogni, cinquanta, cento anni, e duravano poco, infatti nel giro di qualche anno la bolla cessava di crescere e poi si sgonfiava. In questi ultimi otto anni, invece, contiamo almeno tre bolle speculative che si sono succedute senza intervalli tra l’una e l’altra.

Leggi tutto... | 12 commenti
il crogiolo : voto e dopo voto
di mariopennetta , Tue 22 April 2008 2:20
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Il PdL con 13 milioni e seicentomila voti ha distanziato il PD di 1 milione e seicentomila voti, complessivamente la coalizione di centro destra ha avuto il 46,8% dei voti e 344 deputati a fronte del 37,6% e 246 deputati della coalizione di centro sinistra. Disaggregando i dati si riscontrano aspetti interessanti, infatti nel Nord il PdL ha perso voti a vantaggio della Lega Nord. Infatti in questa area il partito di Berlusconi ha perso oltre un milione di voti, mentre la Lega Nord ne ha guadagnati 1,3 milioni; ciò a significare che parte degli elettori di Forza Italia e di AN hanno abbandonato i loro partiti per votare Lega Nord. La Lega Nord ha aumentato i voti da 1,7 milioni del 2006 ai 3,0 milioni del 2008, quasi un raddoppio. I dati dimostrano una intercambiabilità dei partiti del centro-destra nel Nord dell’Italia. La Lega però ha anche intercettato voti provenienti dagli altri partiti, PD e Sinistra Arcobaleno e voti operai ed impiegatizi che per la prima volta, in una percentuale significativa, votano per questo partito. La Lega Nord, inoltre ha visto radicarsi una sua presenza elettorale anche in regioni del centro, egemonizzate dalla sinistra, come Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Marche.

Leggi tutto... | 18 commenti
(sfoglia) « 1 (2) 3 4 5 6 » (sfoglia)