Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

RSS
(1) 2 3 4 ... 6 » (sfoglia)
il crogiolo : Il crogiolo
di mariopennetta , Fri 26 August 2011 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  
Commenti?
il crogiolo : Il contagio della crisi finanziaria
di mariopennetta , Thu 9 October 2008 6:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Come era facile prevedere, data la globalizzazione dei mercati finanziari, l’emergenza finanziaria è arrivata anche in Europa. Ma l'Unione Europea, a differenza degli Stati Uniti, non ha uno Stato. Si è dotata di una moneta unica, di una banca centrale, di un parlamento, ma non ancora di uno Stato.
Questa crisi evidenzia il paradosso che le banche transnazionali oggi sono prive di qualsiasi rete di salvataggio - a differenza delle Casse e degli Istituti rimasti dentro i confini nazionali.
L’Unione Europea si muove in ordine sparso. Ogni Stato nazionale fa riferimento soprattutto alla situazione economico-finanziaria interna.

Leggi tutto... | Commenti?
il crogiolo : Fine dell’egemonia USA?
di mariopennetta , Wed 1 October 2008 6:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

L’analisi di questa crisi finanziaria, che ha come epicentro gli USA, vede ormai tutti concordi nell’individuare nella eccessiva deregolamentazione dei mercati finanziari una delle cause fondamentali. Ma come si uscirà da questa crisi? Si lascerà ancora al mercato il ruolo centrale di allocazione ottimale delle risorse accentuando solo regolamentazione e controlli? oppure si stabiliranno nuove regole nel rapporto tra Stato e mercato e gli USA si porranno al centro di un nuovo sistema finanziario internazionale creando nuovi organismi internazionali in sostituzione di quelli obsoleti costituiti nel 1944 a Bretton Woods?

Leggi tutto... | 6 commenti
il crogiolo : Economia sociale di mercato. Il caso italiano.
di mariopennetta , Fri 5 September 2008 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Mario Monti in una intervista al Sole 24 Ore del 22 agosto ha rilanciato il tema dell’economia sociale di mercato. Monti ha fatto parte della Commissione voluta da N. Sarkozy per il rilancio della politica economica francese. La Commissione, presieduta da Attali economista e consulente economico di F. Mitterand, era composta da intellettuali europei sia di destra che di sinistra. La profondità della crisi economica che sta interessando i paesi occidentali fa emergere l’esigenza di superare, nella fase almeno di analisi e proposte, i tradizionali steccati destra sinistra. La Commissione Attali ha formalizzato una serie di proposte che prevedono un riforma del welfare, una nuova ridefinizione dei rapporti tra stato e mercato e tra politica ed impresa. Sono i concetti alla base dell’economia sociale di mercato.
In molti paesi europei l’economia sociale di mercato, il suo aggiornamento teorico, stanno determinando alcune scelte di fondo, nella prospettiva di una vera riforma dell’istruzione che valorizzi il merito, di una riforma sanitaria che contemperi qualità dei servizi e razionalizzazione dei costi e di una riforma ambientale che riqualifichi il territorio.

Leggi tutto... | 5 commenti
il crogiolo : Sviluppo economico della Germania e crisi d'identità della SPD (2)
di mariopennetta , Fri 4 July 2008 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Oggi la SPD ha bisogno di ritrovare una sua identità sociale e politica avendo perso la fiducia del “popolo della sinistra” e dei sindacati. Ma quali possono essere i punti sui quali focalizzare il proprio programma?
Intanto occorre spiegare agli elettori come le riforme del mercato del lavoro - significativi tagli nei livelli e nella durata dei sussidi di disoccupazione, più stringenti pressioni ad accettare un lavoro, uniti alla deregolamentazione del lavoro a tempo determinato e del part-time - fossero assolutamente necessarie per creare le basi per un incremento qualificato della produzione. Invece sono passati due anni senza che l’attuale gruppo dirigente della SPD, sia stato in grado di prendere una posizione netta su questi argomenti: Occasione persa per organizzare maggioranze favorevoli a più vaste riforme in una fase di crescita dell’economia.

Leggi tutto... | Commenti?
(1) 2 3 4 ... 6 » (sfoglia)