Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 96 il legame - Animisti - Rubriche : Fulmini e Saette
Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

RSS
(sfoglia) « 1 ... 5 6 7 (8) 9 10 11 ... 18 » (sfoglia)
il legame : Animisti
di venises , Mon 11 March 2013 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


Divoriamo più di quanto abbiamo a disposizione senza curarci del domani.
Su scala globale.

Per esempio, l’antimonio – usato fra l’altro nei farmaci che combattono la schistosomiasi (300.000 decessi l’anno) – sarà esaurito nel 2020 circa.

Di rame dovrebbe essercene sino al 2040 o giù di lì.

Col petrolio arriveremo a stento al 2050.

Col fosforo sino al 2090 – cosa succederà all’agricoltura (fertilizzanti e pesticidi) dopo questa data? Per il momento nessuna idea.


Stock Check 2012

Ad ogni (vana) pubblicazione di tali dati (sui giornali che li pubblicano, cioè non quelli italiani) il commento di gran lunga più popolare è che lo sviluppo della scienza troverà rimedi, sostituti, tecnologie migliori.
A prescindere dagli investimenti nella ricerca.
A prescindere dalle priorità politiche.
A prescindere.

Leggi tutto... | 1 commento
il legame : Discipline/Indisciplina
di venises , Fri 11 January 2013 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Oggi, sempre nel tentativo di meglio comprendere cosa sia la scienza (correggendo l’immagine falsa consegnataci dai banchi di scuola) vi proponiamo un paio d‘indovinelli scientifici.


Premessa
La teoria accreditata (sino a fine seicento) dalla scienza ufficiale circa il meccanismo della visione voleva che le immagini si formino nel cristallino (dai tempi di Avicenna e Alhazen, sino a Giovan Battista Della Porta e Andrea Vesalio).
Felix Platter è il primo a sostenere che le immagini si formano sulla retina. La sua affermazione si basa sulla semplice osservazione che la retina – a differenza del cristallino – è fisicamente collegata al nervo ottico.
Ma visto che – come si dimostra geometricamente – le immagini sulla retina arrivano rovesciate, come mai allora non vediamo il mondo capovolto?

Quesito di Fisiologia
Sapete dire chi per primo ha correttamente descritto la fisiologia dell’occhio ed il meccanismo della visione?

Premessa
Formulato nel 1826 dall’astronomo Olbers, il paradosso che va sotto il suo nome suona pressappoco così: “In un universo omogeneo ed infinito, ogni linea di vista va a posarsi su una stella. Perché allora la notte è buia?”





Quesito di Astronomia
Sapete dire chi per primo ha fornito la risoluzione corretta del “Paradosso di Olbers”?

Leggi tutto... | 3 commenti
il legame : Dio Esiste?
di venises , Tue 11 December 2012 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Tutti i tentativi di dimostrare l'esistenza di Dio sono sinora naufragati.
Innanzitutto sul piano metodologico: tutti incentrati sull'inseguimento della "necessità logica", quasi Dio fosse un teorema.
Quindi perché si è voluto affrontare un problema mal posto: infatti Dio non esiste. Sarebbe quindi stato più semplice (ed anche più interessante) dimostrarne la non-esistenza.

Leggi tutto... | 22 commenti
il legame : Baburen
di venises , Sun 11 November 2012 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


Come si fa a stabilire se un quadro è una copia o se è autentico?

Dirck van Baburen: Mezzana di Amsterdam

Dirck van Baburen: Mezzana (Rijksmuseum Amsterdam)


Dirck van Baburen: Mezzana di Boston

Dirck van Baburen: Mezzana (Boston)


A lungo si è ritenuto che il quadro "La Mezzana" conservato al Rijksmuseum di Amsterdam fosse di Dirck van Baburen, uno dei cosiddetti Caravaggisti di Utrecht (cioè uno di quelli che copiavano lo stile di Caravaggio).
Oggi la si ritiene una copia, l'originale "Mezzana" di Baburen essendo quella conservata a Boston. Questo quadro è arrivato sul mercato con molto ritardo rispetto alla versione di Amsterdam e solo col suo arrivo ci si è posta la questione dell'originalità della versione di Amsterdam, sino ad allora ritenuta originale1 (la razza umana non si pone problemi sin quando non è costretta a porseli. Una simile razza non durerà a lungo).

Due, le differenze geometriche fra le due opere:
1) lo spazio alle spalle della mezzana (personaggio a destra) nella versione di Boston, spazio che manca a quella di Amsterdam
2) la maggiore "verticalità" della postura della mezzana di Amsterdam rispetto a quella bostoniana.



Come possono tali differenze aiutarci a stabilire l'autenticità dell'uno verso l'altro dipinto?
Semplice, basta osservare Vermeer.

No, non ci riferiamo al quadro La Mezzana di Vermeer, ma all'opera Concerto a Tre, nel quale il quadro di Baburen compare sulla parete di fondo, come una citazione.

Vermeer: Mezzana

Johannes Vermeer: Mezzana



Vermeer: Concerto a Tre

Johannes Vermeer (1632-1675) : Concerto a Tre


Citazione letterale, nella posizione spaziale della mezzana così come nelle proporzioni della tela, identiche all'originale (101 x 107 cm).
Il Baburen originale è quindi quello di Boston.
Voilà.

Leggi tutto... | 3 commenti
il legame : Munch
di venises , Wed 11 April 2012 6:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Altra volta abbiamo affiancato due dipinti sostenendo che quello traeva l’ispirazione da questo e che ne costituiva una copia.
Oggi vogliamo invece proporvi due diversi dipinti: identici fra loro.



Hayez : Bacio

Francesco Hayez: Il Bacio (1859)


Edvard Munch: Bacio
Edvard Munch: Il Bacio (1897)



Divise da vari decenni, da molti chilometri, nate in culture anch’esse molto distanti, contraddistinte da tecniche lontanissime, queste due pitture sono unite dalla stessa idea.
Se è vero che la pittura non descrive ciò che l’occhio vede ma rappresenta un qualcosa che non sappiamo esprimere diversamente, un qualcosa che potremmo indicare come un’immagine, un’idea, un’intenzione; allora questi due dipinti sono la rappresentazione della stessa "cosa" : il Bacio.
L’interpretazione ufficiale del quadro di Munch lo colloca all’interno di una serie e vuole che rappresenti la battaglia fra i sessi: niente di più errato.

Leggi tutto... | 6 commenti
(sfoglia) « 1 ... 5 6 7 (8) 9 10 11 ... 18 » (sfoglia)