Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

RSS
(sfoglia) « 1 (2) 3 4 5 ... 9 » (sfoglia)
racconti di racconti : Il Paradiso in terra
di fulmini , Fri 18 September 2009 6:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Luis Razeto mi racconta di suo padre Mario emigrante italiano in Cile e del suo ultimo viaggio prima di morire.

Nel 1978 Mario (che aveva allora settantotto anni, essendo nato proprio all’inizio del Novecento) tornò in Italia, a trovare Luis che viveva a Roma, esule a seguito del golpe di Pinochet, e rivedere il borgo ligure da dove era partito sessanta anni prima, diciottenne.

Venne con sua moglie, Maria Migliaro, incontrò Luis e sua moglie Prishilla Barry e i loro bambini Juan e Manuel e Pablo, e dopo qualche giorno con Maria e Luis, prima in treno fino a Sori sulla costa ligure e poi in pullman verso l'entroterra, arrivò a Lago - 'Lacu', come lo chiamava ricordandolo lui in dialetto.

Mario aveva vissuto la sua giovinezza e maturità facendo il contadino a Los Andes, poco a nord di Santiago. Prima faceva il meccanico e aveva un grande amico a Lacu, col quale aveva costruito un fucile artigianale fornito di una corta miccia che uno accendeva quando l’altro aveva inquadrato una preda - e il colpo in qualche modo partiva.

Leggi tutto... | Commenti?
racconti di racconti : Vedere di nascosto l'effetto che fa
di fulmini , Fri 17 July 2009 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Syrah - il nostro vinicolo coautore - mi ha raccontato di zia Elsa, nata e vissuta e morta nel paese del meridione italiano che inizia con il sì e finisce con il no, Siderno. Quando viva, si era fatta edificare, nel cimitero di quel paese altalenante, la propria tomba completa di nome e cognome sul frontespizio, accanto alla tomba del coniuge già seppellito, e un pomeriggio d'estate le rimirava all’ombra di un alto cespuglio, quando un paesano passa di lí, legge il nome di zia Elsa e scoppia a piangere. Si lamenta, grida, non si capacita – “puru Vui, Donna Ersa, accussì ggiuvani...” (anche Voi, Donna Elsa, così giovane...) - fino a quando s’accorge di lei che lo osserva, viva e vegeta. Si blocca, si ricompone, le si avvicina a testa bassa e si scusa vergognosamente mille volte, e mille volte invece lei lo ringrazia, contenta, commossa, compiaciuta.

Leggi tutto... | 1 commento
racconti di racconti : Albertina e Alberto
di fulmini , Sat 25 April 2009 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Sarà perché i bambini disegnano ciò che sanno e non ciò che vedono, perché si rendono conto intuitivamente del fatto che gli adulti - oggi - non hanno una coscienza bensì due coscienze (*), perché sono meravigliosamente metaforici, perché adorano fare una domanda e aspettare la sua risposta (**). Comunque sia, l’altro ieri Albertina figlia ha domandato ad Alberto padre: “Com’è che gli uomini hanno il contorno nei disegni e nella vita no?”


(*) L’uomo-massa ha due coscienze teoriche (o una coscienza contraddittoria), una implicita nel suo operare e una superficialmente esplicita o verbale.” (Gramsci, Quaderni)
(**) Il tempo che corre tra una domanda e la sua risposta contiene sempre tutto l’Inferno e tutto il Paradiso.

Leggi tutto... | 1 commento
racconti di racconti : Una favola divenuta realtà
di fulmini , Fri 20 February 2009 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Un giovane amico conosciuto da poco eppure come da molto mi racconta che la sua figlioletta, per Carnevale, la vestono da Cappuccetto Rosso, perché quando stava nell’incubatrice dell’ospedale - nata di poco più di sei mesi e pesante poco più di due chili – lui le raccontava sempre la favola di Cappuccetto Rosso, per convincerla ad uscire da lì dentro e andare a casa, dove si stava meglio, insieme lei lui la madre il fratellino.

Commenti?
racconti di racconti : Buonanotte Elmas
di fulmini , Thu 14 August 2008 9:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Un piccolo imprenditore albanese che vive e lavora a Roma mi racconta suo nonno paterno Elmas e la sua morte memorabile. Era già anziano questo nonno quando sua moglie Marina cadde sulla soglia di casa, si ruppe il femore, restò inchiodata cinque anni a letto e finalmente morì. Poco dopo cadde anche Elmas, stesso posto, stesso modo, stesso effetto. Chiamò i familiari e disse loro che desiderava morire con dignità, non mangiò e non bevve per otto giorni e otto notti, giunse allo stremo, domandò un caffè, lo sorbì e buonanotte.

Commenti?
(sfoglia) « 1 (2) 3 4 5 ... 9 » (sfoglia)