Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

RSS
(sfoglia) « 1 2 (3) 4 5 6 ... 67 » (sfoglia)
briciole musicali : Taverner
di venises , Fri 14 August 2015 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Uno dei più grandi compositori inglesi.
La cui vita è sconvolta dall'incontro col luteranesimo.
Ne diventa seguace: evita una punizione (all'epoca era impiegato alla Collegiata di Tattershall, città natale) perché "è solo un musicista".
Alla soglia dei 40 anni smette di comporre musica, pentito di averne mai composta.
Sposa una vedova, Rose, la quale seppellirà pure lui.
Salvo poi raggiungerlo nella tomba che porta solo il nome di lui.


Tomba di John Taverner


John Taverner (c1490-1545): Kyrie "Le Roy" (frammento di una messa)

Leggi tutto... | 4 commenti
briciole musicali : Porpora: Salve Regina
di venises , Fri 26 June 2015 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

La più bella Salve Regina mai composta.
Ma come, non era la Salve Regina di Maurizio Cazzati quella che sopra ogn'altra svettava?

E com'è possibile che la più bella sia dello stesso compositore che ha scritto anche il concerto per violoncello più bello di sempre?
Può uno stesso compositore (così poco conosciuto e per nulla venerato) essere sempre il più grande ?
A voi l'ardua sentenza.

Leggi tutto... | Commenti?
briciole musicali : Fasch
di venises , Thu 14 May 2015 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  




Tenuto in alta considerazione da Johann Sebastian Bach, Johann Friedrich Fasch (1688-1758) non riuscì in ciò che voleva (ottenere un patrocinio in Italia), si contentò di ciò che non avrebbe voluto (il posto di Kappelmeister nel villaggio di Zerbst), dove restò sino alla fine dei suoi giorni.
Quando arriva l'occasione di una vita, l'opportunità di spostarsi finalmente in un grande centro musicalmente prestigioso, Leipzig (Lipsia), prima si candida, poi - saputo che Johann Sebastian ha anch'egli applicato al medesimo posto - ritira la propria candidatura: il posto è assegnato a Johann Sebastian Bach: lui resta a Zerbst, fino alla morte.



Johann Friedrich Fasch (1688-1758) - Concerto a 8 in D: 1. Allegro




Johann Friedrich Fasch (1688-1758) - Concerto a 8 in D: 3. Allegro




Johann Friedrich Fasch (1688-1758) - Concerto in D: 3. Allegro


Leggi tutto... | Commenti?
briciole musicali : Giazotto
di venises , Sat 25 April 2015 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


L'avete certamente già sentita, questa musica, certo che la conoscete bene.
E se vi dicessimo che l'autore è tale Remo Giazotto (1910-1998), allora sì che cadreste dalla sedia.
Ebbene, sì, conoscete tutti questo adagio del signor Giazotto perché il nostro lo compose basandosi su una linea di basso del grande Tommaso Albinoni (del quale era biografo) e, almeno inizialmente, attribuì la composizione al maestro (per intero).
Poi però, visto il successo della melodia, ci ripensò e se ne attribuì la paternità (per intero).
Nessuno ha mai visto il frammento originale, quindi la questione della paternità della composizione è, a tutt'oggi, indecidibile (ammesso che la questione stessa rivesta un qualche interesse).
E ammesso che una paternità condivisa sia un'eccezione nella storia della Creazione.







Tommaso Albinoni (1671-1751): Adagio in G minore

Leggi tutto... | 3 commenti
briciole musicali : Senza Far, Facendo
di venises , Fri 20 March 2015 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Avete mai riflettuto sul fatto che dirigere un'orchestra non significa solo essere un artista ma vuol soprattutto dire essere un manager?
Il direttore non emette suoni, la qualità della musica prodotta è, per intero, il risultato di ciò che gli orchestrali sanno ed arrivano a fare.
Essere il leader di un gruppo - in questo caso un'orchestra - non vuol dire essere il migliore violinista, il miglior flautista, ecc. Non vuol dire essere il miglior strumentista. Non vuol nemmeno dire suonare. Dirigere un gruppo d'individui altamente specializzati e organizzati gerarchicamente è un mestiere a parte, che non ha a che fare solo con la musica.
Ci sono vari modi di farlo: in modo dittatoriale, alla Toscanini (Muti ne è solo una pallida copia; come dice Talgam, è solo un control freak).
O alla Kleiber (Carlos), trasformando ogni strumentista in un partner, guidando ciascuno con mano invisibile.
Senza far molto, facendo.



Itay Talgam

Leggi tutto... | 3 commenti
(sfoglia) « 1 2 (3) 4 5 6 ... 67 » (sfoglia)