Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

(sfoglia) « 1 ... 903 904 905 (906) 907 908 909 910 » (sfoglia)
dizionario sito : buono e bello
di fulmini , Wed 27 September 2006 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Grazie a Sofia, che l’ha scoperta e comprata in una festa di “Liberazione”, ho trovato e letto una buona rivista: “L’ateo” – bimestrale dell’UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionali). Trovatela, compratela, leggetela: è piena di buoni articoli. Questo che precede è l’apprezzamento – e questa che segue è la critica.

Il titolo del numero 5/2006 (46) suona “Il relativismo è una cosa seria”. D’accordo, chi dice diversamente non testimonia la verità, ma non è una cosa seriosa, cari atei e agnostici associati! Le riviste devono essere non solo buone, ma anche belle. Se proprio non volete emulare la Chiesa Cattolica nella sua sapiente magnificenza, nella sua splendida avvenenza – i suoi rituali, le sue scenografie, i suoi costumi - imparate almeno da Gesù di Nazareth: uomo di immensa autorevolezza fisica, uno che ha iniziato portando via i discepoli ad un Giovanni il Battista ostentatamente coperto di stracci e che quando, ha dovuto chiudere la partita, ha organizzato un trionfo sonoro, una festa visiva, ed ha voluto per sé il vestito più bello, senza cuciture. Sto parlando della necessità della bellezza, della triste lunghezza degli articoli, della modestia della composizione tipografica, della funerea grafica (la maggior parte delle vignette sono di dubbio gusto quanto al contenuto e di pessimo gusto quanto alla forma). Voi mi direte che queste sono cose marginali, inessenziali. Non è vero. Non si vive si solo pane.

Commenti?
racconti di racconti : Francesco e Anna
di fulmini , Tue 26 September 2006 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Francesco e Anna (cinquantenni molto simpatici e molto sposati) l’altro ieri hanno incontrato un napoletano, ma troppe volte lungo la stessa strada. Passeggiavano lungo una grande e centrale strada di Napoli, finché si sono resi conto di aver già visto quella faccia troppe volte. Non passano molti passi e il napoletano completo di faccia s’avvicina chiedendo l’ora – per controllare se lui o lei tenessero un rolex da rapinare. Francesco e Anna – ostentando gli orologi qualsiasi: “Le quattro”. “Arriverci”. Addio, Napoli.

Commenti?
dizionario sito : vivere e morire
di fulmini , Mon 25 September 2006 8:10
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Elogio del vivere bene e del morire al momento giusto (testamento biologico)

In condizione di buona salute e nel pieno possesso delle mie facoltà, dichiaro di essere (teoricamente e praticamente: sto scrivendo di me) contro l’”accanimento terapeutico” (che mi farebbe eventualmente andare in bestia) e a favore del “suicidio assistito” nonché della “eutanasia attiva e passiva” (che già da ora rallegrano la prospettiva della mia fine). Aggiungo che, se all’atto della mia morte, un qualche mio organo può essere trapiantato – si accomodi chi voglia. E quel che rimarrà, seppellitelo, crematelo, se credete mangiatelo (questa è fra tutte le situazioni conviviali conclusive quella che preferisco).

Commenti?
haiku rimati : Era di giorno
di fulmini , Mon 25 September 2006 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Era di giorno
e tu dormivi tutto
scuro intorno.

Commenti?
dizionario sito : uomo e artista
di fulmini , Mon 25 September 2006 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Tra la vita vissuta dall’artista e l’opera che realizza che relazione c’è? Ed è sempre e per tutti la stessa? Io penso che sia mai la stessa. La sinfonia n. 40 (K 550) di Mozart, per esempio, intrattiene con la vita vissuta da Mozart mentre la compone una relazione antitetica. Invece, tra Edipo re e la vita vissuta da Sofocle mentra la scrive intercorre una relazione simpatetica. A proposito, qual è secondo te, lettore che mi leggi, il senso profondo e la forma superficiale dell’Edipo re?

Commenti?
(sfoglia) « 1 ... 903 904 905 (906) 907 908 909 910 » (sfoglia)