Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

(sfoglia) « 1 ... 901 902 903 (904) 905 906 907 ... 913 » (sfoglia)
racconti di racconti : Giorgio e Mariella
di fulmini , Tue 31 October 2006 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Giorgio è nato a Cagliari, è sardo dunque (“Sassari non è Sardegna, con tutti quei turisti” - chiosa Mariella cagliaritana anche lei) e studia psicologia a Roma (che non è Italia, con tutti questi turisti?) Mi racconta con la sua faccia luminosa che l’altro giorno ha posteggiato la Punto di fronte al Policlinico per “cinque minuti cinque”. Torna e non trova più lo zaino pieno di libri e quaderni di appunti. I libri erano in prestito dalla Biblioteca di Psicologia: “come faccio ora? mi chiedevo senza risposta” - commemora Giorgio sotto gli occhi al miele di Mariella. La disperazione dura una sola notte. Il giorno dopo il ladro altruista restituisce alla biblioteca i libri - ma lo studente egoista vi allega uno solo dei quattro quaderni di appunti.

Commenti?
Gesù : le tre etiche
di fulmini , Mon 30 October 2006 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Le etiche dominanti sono due, l’etica della vendetta (ebraica, per esempio) e l’etica del perdono (per esempio cristiana). Io non convivido teoricamente nessuna delle due e non le attuo praticamente. La vendetta e il perdono sono entrambi da rifiutare, perché reazioni automatiche, perché atteggiamenti pregiudiziali, perché forme della coazione a ripetere. Invece, ogni volta che ricevi un’offesa, un torto, un danno, rifletti e decidi la risposta che merita l’ingiustizia, la cattiveria, il male. Decidi ogni volta per quella volta, non una volta per sempre.

Leggi tutto... | Commenti?
Gramsci : crisi organica
di fulmini , Sat 28 October 2006 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Dopo quaranta anni dalle sue prime manifestazioni, si comincia a capire che questa italiana (ma anche quella francese, ungherese eccetera) è una vera e propria crisi dello Stato, una crisi strutturale dello Stato, cioè della organizzazione politica / organamento sociale germinata nel XV secolo (e teorizzata primo fra tutti dal Machiavelli, consapevole di percorrere una via “da nessuno ancora pesta”) come forma storicamente progressiva e decisiva nel superamento della crisi dell'organizzazione/organamento medioevale…

Leggi tutto... | 2 commenti
Gesù : credere e curare
di fulmini , Thu 26 October 2006 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Inizio a leggere in libreria Credere e curare, il libro del chirurgo scrittore Ignazio R. Marino, aprendolo a caso nel mezzo: “Chi è supportato da una fede è avvantaggiato perché le regole esistono già, sono scritte nei libri sacri…” Avvantaggiato? Regole scritte dei libri sacri? Mi torna in mente – a contrasto - il più bel leitmotiv di Gesù: “E’ scritto… Ma io vi dico...” – traduzione: “Dimenticate le regole dei libri sacri… Voi, tu e tu e tu, fatevi le vostre regole tenendo fermo soltanto di amare il prossimo come amate voi stessi.” Avrà considerato e citato questi ripetuti detti di Gesù lo scrittore scienziato cattolico che sto leggendo? – mi domando.

Leggi tutto... | Commenti?
fratelli alberi : catalpa
di fulmini , Wed 25 October 2006 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Il catalpa è un albero spettinato che promana colore e offre riparo dalla pioggia e dal vento e dal sole. Proviene dalle regioni temperate dell’India di Colombo e dell’India di Alessandro, e si può trovare nei giardini, nei parchi, nelle piazze. Io vado spesso dal catalpa astante l’Oratorio dei Filippini di Francesco Borromini, l’autore delle architetture organiche, dove la matematica e le forme vegetali, la geometria e le forme animali si confondono, come nel cappuccino si combinano il caffè e il latte: “che non sai – diceva Zavattini - dove comincia l’uno e dove finisce l’altro”. Guardate il coronamento mistilineo di questa facciata d'oratorio: non è solo un arco ribassato del cielo, non è solo un timpano svettante del tempio, è l’uno e l’altro insieme. Qui, con questa commovente facciata concava, il Borromini ha costruito una forma che abbraccia "ogn'uno che entri" e anche ognuno che sosti, te prossimo essere umano o te catalpa prossimo essere florale, fratelli.

Commenti?
(sfoglia) « 1 ... 901 902 903 (904) 905 906 907 ... 913 » (sfoglia)