Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

(sfoglia) « 1 ... 827 828 829 (830) 831 832 833 ... 904 » (sfoglia)
prove di discussione : Gesù, Gramsci, Pasolini
di fulmini , Fri 12 October 2007 3:10
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Ho scritto spesso e volentieri, su questa pagina a più voci che è il sito-rivista 'Fulmini e Saette', di Gesù e Gramsci e Pasolini. Il 2 novembre 2005 , alla Triennale di Milano – nell’occasione del trentennale della morte violenta di Pasolini, ho detto poche parole su questi tre fratelli maggiori. Ho ritrovato il testo dell’intervento e lo pubblico qui oggi in ricordo del santo del giorno, San Serafino dei Cappuccini, perché costui visse e lavorò come portinaio, questuante, cuoco, ortolano, e cappuccino – un pentatleta insomma, come Gesù e Gramsci e Pasolini, pentatleti dei linguaggi.

Pasolini di Casarsa, Gramsci di Ales, Gesù di Nazareth

1…Vi parlo di Pasolini pensatore e ideologo. In relazione a due altri pensatori-ideologi: Gramsci e Gesù. Mi sono occupato di questi tre per tutta la vita – tre fratelli. E per una ragione fondamentale: tutti e tre hanno vissuto eroicamente e agito creativamente in tre distinte eppure omologhe fasi di “crisi organica” delle società che li hanno ospitati.

Leggi tutto... | 2 commenti
il legame : Maison / Casa
di venises , Thu 11 October 2007 12:10
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

C’est toi ma maison.
Alessandro

Cher Alessandro,
Une maison ? C’est quoi une maison au juste ?
Un endroit de référence, une base, un port ?
Un endroit où l'on peut être soi, sans interférence des règles sociales, sans arrière-pensée, sans apprêt.
Un endroit qui nous apporte la sécurité.
Pas forcément un toit, pas forcément des murs, pas tant par ce qu'il nous protège des dangers extérieurs, mais plutôt par la sérénité et le courage d'affronter le monde entier.
Et si ce havre existait on pourrait partir sereinement parcourir le monde.
Ce pourrait être un édifice, ayant abrité des racines anciennes ou récentes, mais l'âme est plus complexe et se choisit parfois des havres bâtis de confiance et de partage, des constructions uniques: l'autre enfin trouvé.
Mais il y a des constructions qui restent inachevées - par manque de ciment, le lien faisant défaut. Des édifices qui n'abriteront jamais l'âme d'un foyer, des communautés d'âmes qui n'auront pas le repos d'une maison.
Lucie

Leggi tutto... | Commenti?
briciole musicali : Lotti: 'Et vitam', 'Gloria'.
di venises , Thu 11 October 2007 6:10
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Contrappunto, a punto - Antonio Lotti (1667-1740) compose la sua prima opera a sedici anni, la sua vita è legata a filo doppio alla Basilica di San Marco a Venezia, dove fu dapprima cantore (alto), poi assistente al secondo organista, poi secondo organista, poi per vent’anni primo organista e poi finalmente maestro di cappella (perse una prima volta la competizione per il posto di primo maestro di cappella contro Pollarolo e Porpora; ci riuscì tre anni dopo contro lo stesso Pollarolo e Giovanni Porta). Ebbe Benedetto Marcello fra i suoi tanti allievi.
La sua fortuna arrivò quando, nel 1717, fu notato dal Re di Sassonia, di passaggio a Venezia, che lo volle a Dresda per le celebrazioni del matrimonio di suo figlio. Antonio lasciò Venezia per Dresda dove vi rimase (con moglie, orchestra e cantanti) per due anni, e dove compose un’infinità di opere: ma questa è un’altra storia…

Leggi tutto... | Commenti?
dizionario sito : ragazzi e paesaggi
di fulmini , Thu 11 October 2007 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Apro questo numero 5/2007 di MicroMega, la floreale rivista bimestrale, scorro l’indice e corro a leggere l’intervento di Maurizio Maggiani al I° Congresso del Partito Democratico.

Maggiani saluta cordialmente la platea e si rivolge ai capintesta del nuovo vecchio partito ricordando che undici anni fa, all’Eliseo, aveva chiesto loro un sola cosa: disegnare e cominciare a colorare ciò che Rosevelt aveva disegnato e colorato per i nordamericani, Mandela per i sudafricani, Thatcher per gli inglesi: “un paesaggio”. “Un paesaggio dove sentirmi abbastanza al sicuro per poter affrontare le incertezze della vita con spirito ottimista, abbastanza ampio per poterci camminare senza annoiarmi troppo e senza perdere la buona abitudine a guardare più avanti del primo angolo. Un paesaggio non finito e rifinito, così da avere la possibilità di coltivarlo anch’io.”

Leggi tutto... | Commenti?
diario : Mark Rothko storico e biografo
di fulmini , Wed 10 October 2007 5:30
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


(Mark Rothko)

Leggi tutto... | Commenti?
(sfoglia) « 1 ... 827 828 829 (830) 831 832 833 ... 904 » (sfoglia)