Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

(sfoglia) « 1 ... 814 815 816 (817) 818 819 820 ... 859 » (sfoglia)
agathotopia : Il ponte
di unviaggiatore , Thu 7 June 2007 12:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Avevamo pensato di distruggere il ponte per impedire il loro arrivo. Ma poi pensammo che sarebbe stato come il ponte di Dirschau, il ponte che i polacchi avevano distrutto nel 1939 ma i tedeschi erano arrivati comunque in Polonia, anzi forse erano già passati e ora talmente distanti da non poterli più vedere, anzi forse si erano fermati qui talmente da tanto da non poterli più riconoscere, anzi forse noi siamo i loro figli. Deve essere proprio così perchè quella nostra libertà di allora ci sembra così esagerata che tornando a sera dal lavoro, sfruttati, molto stanchi, siamo soddisfatti.
(1993)

Commenti?
il legame : Mio altimetro
di venises , Wed 6 June 2007 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Altimétrie pour pas spécialistes

L'altimètre sur satellite est un radar. À premier vue le radar le plus simple qu'on puisse imaginer, vu qu'il se limite à la mesure de base du radar, celle du temps d’aller-retour de l'écho (il y a des radars qui mesurent la vitesse de la cible et autres choses compliquées).
Où est la complication, alors?
La première consiste dans le fait suivant: au contraire de tous les autres radars sur satellite, qui mesurent en regardant vers le côté, qui observent sans être remarqués, l'altimètre regarde son objet dans les yeux. Et cela change tout: au lieu de la 'réfraction' de son propre signal, l'altimètre récupère le rayon réfléchi. Et alors? Ce qui se passe est que la théorie traditionnelle ne marche plus, mais surtout que pour découvrir les informations recherchées, il ne faut jamais dévier le regard: le moindre mouvement et l'équilibre est rompu, le rayon réfléchi est contaminé par les rayons réfractés, plus forts mais sales et... la mesure échoue.
Combien faut-il être attentif? L’erreur peut atteindre, au maximum, 1 partie sur 900 de l'angle droit. Regarder droit, mais vraiment droit, dans les yeux ce qu'on tâche de découvrir, sans jamais hésiter, sans jamais détourner le regard - c'était la première complication, nous disions; enfin, c’est la complication simple.

Leggi tutto... | Commenti?
il crogiolo : fusione Unicredit / Capitalia
di mariopennetta , Tue 5 June 2007 6:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Continua il processo di aggregazione nel sistema bancario italiano. Dopo la fusione Banca Intesa - S.Paolo è la volta di Unicredit Capitalia. Il sistema si aggrega costruendo dei campioni nazionali, processo questo che in altri paesi europei, Francia ed Inghilterra ad esempio, era partito già nella seconda metà degli anni ottanta.

Leggi tutto... | Commenti?
dizionario sito : euritmia e simmetria
di fulmini , Sat 2 June 2007 6:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

C’è stato un periodo della storia europea che amo molto per una ragione speciale. È il periodo di mezzo, tra la fine del mondo antico e l’inizio del mondo moderno, il Medio Evo insomma. Molti pensano che sia stata un’età buia, grigia, e invece è stata un’età di tutti i colori. Il colore che me la fa amare tanto è il colore arcobaleno, i tanti colori insieme dei capitelli e dei fusti delle chiese paleocristiane. I fusti i capitelli di queste chiese sono tutti diversi tra loro, prestati come sono stati da chiese precedenti di religioni precedenti. Si entra in una chiesa paleocristiana ed è come entrare in un bosco, dove gli alberi sono diversi e uguali. Quanto mi allieterebbe una strada alberata con alberi tutti diversi! Questo pensavo oggi, osservando la teoria di quercette tutte uguali che stanno sostituendo le robinie tutte diverse di via Labicana. Anche le robinie all’inizio erano tutte uguali, ma poi ognuna aveva assunto la sua forma diversamente propria, grazie al Tempo, il Signore euritmico che rimedia all’Ingenuità simmetrica degli umani.

Commenti?
racconti di poche parole : I denti degli esseri umani
di fulmini , Fri 1 June 2007 6:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

I denti non gli sono venuti come dovevano. Il resto del corpo, meraviglioso per alcuni, così così per altri - tutto sommato non è un problema. Ma i denti… Pensa bene. Da principio non ce li hai e puoi solo succhiare. Poi spuntano i primi, soffri e la mamma e il papà: stai crescendo, ti dicono e si guardano felici. I migliori poi, passa qualche anno e ti lasciano. E di seguito altri devi toglierli, per fare spazio ai vicini, o curarli che si bucano da dentro (da dove?). Non parliamo dei denti del giudizio, una tragedia inutile, il giudizio intendo, tanto viene sempre dopo, quando hai fatto quello che dovevi perché lo volevi. Ed eccoti giunto o giunta alla maturità. I denti si consumano, fanno i capricci, si cariano, si scheggiano, cadono sul più bello. Ma il peggio, l’inferno, sono quelli con le radici lunghe, giù fino alla tua anima, e quando quello che fai non coincide con quello che vuoi allora, allora, vorresti sorridere, ma mostri i denti.

Commenti?
(sfoglia) « 1 ... 814 815 816 (817) 818 819 820 ... 859 » (sfoglia)