Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

(sfoglia) « 1 ... 809 810 811 (812) 813 814 815 ... 822 » (sfoglia)
racconti di racconti : Ciccio e Gabriel
di fulmini , Sat 4 November 2006 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Ospiti di un pranzo domenicale, un siciliano ed uno svevo raccontano le proprie mamme. Ciccio, trentasettenne sempre faceto e l’altro giorno particolarmente morigerato (“ho abusato l’ultimo mese”) si lamenta pateticamente della madre meridionale. La signora, ogni volta che il figlio “scende giù” da Roma al paese suo “affogato nella mafia”, lo costringe a ingoiare manicaretti e porzioni per lui indigesti e superflue. Gabriel, venticinquenne sempre attento che preferisce l’ascoltare al parlare, dal fondo degli occhi azzurri nati sulle rive del lago di Costanza - sollecitato - racconta che no, la madre settentrionale non lo prega, non lo assedia col cibo, quando torna su, anzi. “Forse anche da voi c’è un proverbio che dice dei figli che mangiano anche i capelli della madre?”

Commenti?
fratelli alberi : platano
di fulmini , Fri 3 November 2006 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Il platano è un fratello albero grande fino all’imponenza. E’ arrivato in Italia dall’Asia - non ci fosse stata l’Asia, in quali condizioni verserebbero questi famosi occidentali? persino un romano cosmopolìta come Plinio non finiva di stupirsi che un tale albero fosse stato importato “da un paese diverso solo per la sua ombra”! Omni modo, il platano sopporta bene gli enciclopedici naturalisti e l’inquinamento atmosferico, per merito del suo proprio scortecciamento. E’ per omologia dunque – penso - che Marsia finì appeso a un platano. Secondo i mitografi quel deforme sileno sfidò col suo flauto Apollo e la sua cetra, ponendo come condizione che il vincitore avesse mano libera sul vinto, ma restò sconfitto e venne scuoiato dal dio della bellezza. Torno a rivedere il “Marsia” dei Musei Capitolini: ammiro un uomo alle soglie della vecchiaia eppure alto, longilineo, proporzionato, elegante, bellissimo e mi domando dove sia il sileno selvatico gonfio come un otre, provvisto di naso camuso, orecchie e coda di cavallo. E se l’essere scuoiato appeso all’albero scortecciato – mi domando al quadrato - fosse invece Apollo, divino conoscitore del futuro e per ciò suicida alle soglie del crepuscolo degli dèi?

Commenti?
il legame : Global Hamlet
di venises , Wed 1 November 2006 3:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  




The Global Hamlet

Nefeli Misuraca e Simone Barillari a TED Lago di Como

Commenti?
racconti di racconti : Giorgio e Mariella
di fulmini , Tue 31 October 2006 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Giorgio è nato a Cagliari, è sardo dunque (“Sassari non è Sardegna, con tutti quei turisti” - chiosa Mariella cagliaritana anche lei) e studia psicologia a Roma (che non è Italia, con tutti questi turisti?) Mi racconta con la sua faccia luminosa che l’altro giorno ha posteggiato la Punto di fronte al Policlinico per “cinque minuti cinque”. Torna e non trova più lo zaino pieno di libri e quaderni di appunti. I libri erano in prestito dalla Biblioteca di Psicologia: “come faccio ora? mi chiedevo senza risposta” - commemora Giorgio sotto gli occhi al miele di Mariella. La disperazione dura una sola notte. Il giorno dopo il ladro altruista restituisce alla biblioteca i libri - ma lo studente egoista vi allega uno solo dei quattro quaderni di appunti.

Commenti?
Gesù : le tre etiche
di fulmini , Mon 30 October 2006 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Le etiche dominanti sono due, l’etica della vendetta (ebraica, per esempio) e l’etica del perdono (per esempio cristiana). Io non convivido teoricamente nessuna delle due e non le attuo praticamente. La vendetta e il perdono sono entrambi da rifiutare, perché reazioni automatiche, perché atteggiamenti pregiudiziali, perché forme della coazione a ripetere. Invece, ogni volta che ricevi un’offesa, un torto, un danno, rifletti e decidi la risposta che merita l’ingiustizia, la cattiveria, il male. Decidi ogni volta per quella volta, non una volta per sempre.

Leggi tutto... | Commenti?
(sfoglia) « 1 ... 809 810 811 (812) 813 814 815 ... 822 » (sfoglia)