Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

La Vita Nuova. Capitolo 9

di  fulmini Data Mon 22 January 2018 5:00

Capitolo 9. La burocrazia.


Quando si parla di Stato moderno e del sistema politico che lo sostiene, si è soliti considerarlo come sistema 'democratico rappresentativo'.
Ma in realtà la rappresentanza democratica, realizzata attraverso i partiti politici e le elezioni dei governanti, è soltanto una delle due facce del sistema politico e dello Stato moderno.
L'altra faccia, senza la quale lo Stato moderno non potrebbe sostenersi e funzionare, è la burocrazia. Di fatto, il sistema politico dello Stato moderno è un regime rappresentativo-burocratico.


Chi compone la burocrazia?

Fanno parte della burocrazia dello Stato tutti i funzionari civili e militari che svolgono compiti di programmazione, amministrazione, esecuzione e controllo dei processi e delle attività che si realizzano nelle diverse istituzioni e organi permanenti dello Stato, nei suoi vari livelli e suddivisioni territoriali.
Le burocrazie sono costituite dal personale permanente dello Stato che non è sottomesso a elezioni, né a controllo da parte dei cittadini.
I burocrati non sono eletti dai cittadini, ma in alcuni casi sono nominati dai governanti, in altri si riproducono all'interno degli stessi organi che gestiscono.


Rappresentazione della burocrazia negli anni Sessanta del Novecento.

(Sequenza da film) Jacques Tati, Playtime, 1967 - 3 minuti 40 secondi
https://www.youtube.com/watch?v=LjDNfK99Pec&t=6s


La burocrazia come 'classe governativa'.

Ciò che legittima i burocrati nell'esercizio delle loro funzioni di governo sono le competenze professionali e tecniche che mostrano di avere, e la loro efficacia nel compimento delle funzioni di amministrazione e controllo.
I burocrati compongono una categoria professionale, che acquisisce addirittura alcune caratteristiche proprie delle caste. Dato il suo gran compito e il potere di cui dispone, la burocrazia si costituisce come una vera classe sociale governativa, che coltiva i propri interessi corporativi.
La 'classe burocratica' è distinta dalla 'classe politica'; però con quella mantiene stretti legami, e ambedue formano parte del governo degli Stati moderni.


Un potere 'armato' e legalizzato, provvisto di strumenti di punizione.

I burocrati, come i politici, si presentano ai cittadini come dotati di 'autorità'. Ambedue sono parte dei gruppi dirigenti e governanti della società. I cittadini 'devono loro' obbedienza.
Il 'potere' della burocrazia si legittima attraverso il suo 'sapere' e le sue capacità professionali e tecniche. E' un potere istituzionalizzato, un potere 'armato', provvisto di strumenti e attribuzioni legali per punire e sanzionare i cittadini.
I cittadini 'temono' la burocrazia, ma accettano e riconoscono la sua autorità nella misura in cui si mostra capace di risolvere i problemi della collettività.


Forse anche la burocrazia è in crisi?

La burocrazia entra in crisi quando mostra di non essere in condizione di risolvere i problemi della collettività, che di conseguenza si acutizzano e si aggravano.
La burocrazia giudiziaria e di polizia entra in crisi quando non riesce a contenere la delinquenza ed a controllare i conflitti civili e penali.
La burocrazia civile che esercita l'amministrazione dei diversi organi dello Stato entra in crisi quando perde la capacità di pianificare, eseguire e controllare i processi economici, sociali e culturali dei quali è responsabile.


Sottomessi alla burocrazia fin da piccoli.

maestre e scolari
Roma, Professoresse e allieve - 2010.


Costi crescenti della burocrazia.

Quando i problemi della collettività - i diversi tipi di problemi che richiedono l'intervento della burocrazia - crescono, si acuiscono e si aggravano, la reazione naturale della burocrazia è di aumentare la quantità dei funzionari impiegati, e di provvedersi di nuovi mezzi e strumenti per esercitare le proprie funzioni.
In modo complementare, la burocrazia esige che siano aumentate le proprie attribuzioni legali, per esercitare il controllo e sanzionare coloro che generano i problemi.
Così, le burocrazie manifestano una tendenza naturale a crescere, in compiti, in funzioni, e in costi.


Maggiori costi + minori prestazioni = crisi della burocrazia.

La burocrazia 'pesa' sempre più alla società e ai cittadini, divenendo un carico ogni volta più difficile da sopportare.
La situazione diventa insostenibile quando, nonostante la crescita della burocrazia e dei suoi costi per la società, i problemi che deve affrontare e risolvere non si risolvono ma si accentuano.
E' ciò che stiamo vivendo attualmente in moltissimi Stati moderni. E' la crisi della burocrazia, che insieme alla crisi dei partiti politici e dello Stato, preannunciano il crollo del pilastro politico della civiltà moderna.


La burocrazia non sa risolvere la propria crisi.

Quando la burocrazia entra in crisi, diminuisce la sua capacità di controllare i cittadini e di imporre soluzioni ai problemi collettivi. Di conseguenza i cittadini cominciano a non rispettarla ed a non riconoscere la sua 'autorità'.
La causa di questa crisi - che è anche all'origine della crisi della politica e dell'economia - è molto profonda, e non può essere risolta nel campo della politica moderna né dello Stato.
In effetti, la crisi della burocrazia è causata dalla incapacità di risolvere i problemi economici, politici e culturali, e ciò deriva dal non disporre della conoscenza capace di comprendere i problemi della crisi organica della civiltà moderna, e di non saper progettare il suo superamento.

---

L'insieme dell'opera, della quale siamo coautori Luis Razeto ed io, mano a mano che saranno resi pubblici i singoli capitoli, andrà componendosi nel mio sito ufficiale e precisamente qui: http://pasqualemisuraca.com/sito/index.php/scienza/196-la-vita-nuova-versione-multimediale.html?start=1


Invia un commento
Regole per i commenti*
Tutti i commenti richiedono l'approvazione da parte di un amministratore.
Titolo*
Icona del messaggio*
Messaggio*
url email imgsrc image code quote
 ESEMPIO
bold italic underline linethrough   


 [altro...]
Opzioni*
Abilita faccine 
Abilita tag XOOPS 
A capo automatico