Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 96 Vivaldi – Griselda - briciole musicali - Rubriche : Fulmini e Saette
Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

briciole musicali : Vivaldi – Griselda
di venises , Thu 10 July 2008 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


Conoscete la storia di Griselda? È narrata nel corso della decima giornata del Decamerone.
Ma è anche un’opera di Vivaldi . E sapete chi ne scrisse il libretto1? Un giovane Goldoni!

Siamo nel 1735, Vivaldi ha 47 anni ed è affermato, esperto, sicuro di sé; Goldoni è giovane, inesperto, ancora sconosciuto: gli è stato dato il compito d’adattare il precedente libretto di Apostolo Zeno. Vivaldi non si fida di quel giovinastro, non gli piace.
Eccovi il racconto dell’incontro fra i due uomini, nelle parole dello scrittore:

« Mi ricevette egli assai freddamente.
Mi prese per un novizio, e non s'ingannò, e non trovandomi bene al fatto nella scienza degli stroppiatori de' Drammi, si vedeva ch'egli aveva gran voglia di rimandarmi.
Sapeva egli l'applauso, che avea riportato il mio Bellisario, sapeva la riuscita de' miei intermezzi; ma l'impiastricciare un dramma era cosa calcolata da lui per difficile, e che meritava un talento particolare. 
Mi sovvenne allora di quelle regole, che mi fecero delirare Milano, quando lessi la mia Amalassunta, e aveva anch'io volontà d'andarmene, ma la mia situazione, il dubbio di scomparire in faccia di Sua Eccellenza Grimani, e la speranza di aver la direzione del grandioso teatro di San Giovanni Crisostomo [anch 'esso di proprietà Grimani] mi fece dissimulare e prepar quasi il Prete Rosso a provarmi.
Mi guardò egli in un sorriso compassionevole, e preso in mano un libretto: 
"Ecco" dica "ecco il Dramma che si dee accomodare: la Griselda di Apostolo Zeno. L'opera - soggiunse - è bellissima: la parte della prima Donna non può essere migliore.... ma ci vorrebbero certi cambiamenti.. Se Vossignoria sapesse le Regole... Basta; non le può sapere. 
Ecco qui per esempio, dopo questa scena tenera vi è un'aria cantabile; ma come la Signora Annina2….. non….non…..non….. non ama questa sorte di Arie" (cioè non le sapeva cantare), qui ci vorrebbe un'aria d'azione3... che spiegasse la passione, ma che non fosse Patetica, che non fosse cantabile".
"Ho capito - risposi io - "ho capito, procurerò di servirla. Mi favorisca il libretto".
"Ma io", riprende il Vivaldi, "ne ho di bisogno: non ho finito i recitativi, quando me lo renderà?"
"Subito" - dico - "mi favorisca un pezzo di carta, ed un calamaio" 
"Che? Vossignoria si persuade, che un'aria di un'Opera sia come quella degl'intermezzi!"
Mi venne un poco di collera, e gli replicai con faccia tosta: “mi dia il calamaio”, e tirai di tasca una lettera, stracciando da quella un pezzo di carta bianca.
"Non vada in collera" - mi disse modestamente - "favorisca, si accomodi qui a questo tavolino. Ecco la carta, il calamaio e il libretto, faccia a suo comodo": e torna allo scrittoio, si mette a recitar il breviario. 
Leggo allora attentamente la scena; raccolgo il sentimento dell'aria cantabile, e ne faccio una d'azione, di passione, di movimento. 
Gliela porto, gliela faccio vedere, tiene colla dritta il breviario, colla sinistra il mio foglio, legge piano; e finito di leggere, getta il breviario in un canto, si leva, mi abbraccia, corre alla porta, chiama la signora Annina.
Viene la signora Annina, e la signora Paolina Sorella: legge loro l'arietta, gridando forte: l'ha fatta qui, qui l'ha fatta, l'ha fatta qui! »



NOTE
1 il libretto dell’opera è in Biblioteca. Troverete anche la sinossi dell’opera, nelle prime pagine.

2 si tratta di Anna Girò (il cui vero cognome era Teseire, italianizzato in Tessieri; Girò era il soprannome del padre), mezzo soprano, studentessa di Vivaldi e sua amante: bella, sa recitare (un’eccezione fra le cantanti dell’epoca) ma non ha proprio voce. Fa il suo esordio nel ruolo della regina Tamiri nell’opera Farnace. Resta accanto a Vivaldi sino alla morte di quello a Vienna.

3 si tratta della famosissima aria Agitata da due venti che descrive l’indecisione di Costanza a scegliere fra due uomini.





Antonio Lucio Vivaldi (1678-1741): selezione di arie dall’Opera Griselda (Venezia, 1735):
1. Ritorna a lusingarmi (Costanza) – soprano: Veronica Cangemi
2. Agitata da due Venti (Costanza) – soprano: Veronica Cangemi
3. Dopo un’orrida procella (Ottone) – mezzosoprano: Cecilia Bartoli



Ritorna a lusingarmi

Ritorna a lusingarmi
La mia speranza infida
E amor per consolarmi
Già par che scherzi, e rida
Volando, vezzaggiando
Intorno a questo cor.

Ma poi se ben altiero
Il pargoletto arciero
Già fugge, e lascia l’armi
A fronte del timor.



Agitata da due venti

Agitata da due venti
Freme l’onda in mar turbato
E’l nocchiero spaventato
Già s’aspetta a naufragar.

Dal dovere, e dall’amore
Combattuto questo core
Non resiste, e par che ceda
E incomincia a disperar



Dopo un’orrida procella

Dopo un orrida procella
Splende chiaro il ciel sereno
Che disgombra il nostro seno
Dell’affanno e del timor

Così suole la fortuna
Vicendevole con noi
Ristorare i danni suoi
Alternando il suo rigor


Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 6/12/2009 10:39  Aggiornato: 6/12/2009 10:39
Non si tratta di "Agitata da due venti" - è l'aria di Costanza e non di Griselda (cantata da Anna Girò).
Inviato: 11/7/2011 13:04  Aggiornato: 11/7/2011 13:04
carineria gigantesca
Inviato: 23/7/2011 0:16  Aggiornato: 23/7/2011 0:16
!
Cos