Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

diario : partigiani
di fulmini , Tue 6 May 2008 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Maurizio, il fruttivendolo di via dei Santi Quattro in Roma, è partigiano. “Prendile, so’ buone, so’ italiane, ‘ste pere.” - Italiane? Ma qui c’è scritto argentine... - “Certo, italiane, le fanno l’italiani che stanno in Argentina, ma le fanno come se devono fa’, senza chimiche, mica come li fanno i trentini!”

Marco, lo studente di ingegneria di via Einstein, è partigiano. Paga al bar la nostra consumazione e aspetta impazientemente lo scontrino fiscale – che la cassiera gli fa di malavoglia. Uscendo, nota il mio sguardo, e mi spiega il suo puntiglio democratico: “Avete votato Berlusconi? Adesso fate gli scontrini!”

Porfirio, il pensionato di via Labicana, è partigiano. Gli tengo aperto il portone mentre esco e lui entra ringraziandomi del gesto, vedo il fascio di quotidiani che tiene sottobraccio e scambio una battuta condominiale: “Vuole tenersi informato di ciò che accade nel mondo grande e terribile, vedo.” “L’aliquota IRPEF – mi risponde – solo l’aliquota IRPEF mi interessa.”

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 7/5/2008 10:45  Aggiornato: 7/5/2008 10:45
Fenomenale il fruttivendolo: pienamente immerso nella civiltà planetaria globalizzata. Si può definire il fruttivendolo del villaggio globale!

Medita partenze
http://no-fog.ilcannocchiale.it/
Inviato: 7/5/2008 12:28  Aggiornato: 7/5/2008 12:28
Il ritratto di un paese che e' sempre di lotta e mai di governo...
Inviato: 7/5/2008 13:28  Aggiornato: 7/5/2008 13:28
Il Partito-Paese (ora borgo) di lotta e di governo non è ancora stato inventato se mai potrà esserlo. Nel frattempo l'orgoglio è stato ridotto a rimpianto.
C'è qualcuno?
Mario DG