Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

il legame : Remords ou Sur l'Absurdité de la Vengeance / Rimorsi o dell'Assurdità della Vendetta
di venises , Mon 5 March 2007 9:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

(variation sur le post de Pasquale le dimanche 4 mars 2007)

Nous croyons vivre selon nos principes, nous sommes prêts à défendre nos choix.
Les meilleurs d’entre nous, au moins.
Mais si nous nous arrêtions un seul instant et considérions que vraiment aujourd'hui ceci était le dernier acte de notre vie, précisément ce geste et rien d’autre après, absolument rien…….. alors nous serions tous d'accord que – même si notre geste fût juste peut-être – il serait imparfait, il ne suffirait pas: nous le changerions.
Voilà, si nous vivions toute la vie comme si elle était constituée seulement par une collection de derniers instants, alors elle serait différente et nous serions d’autres gens.
Nous croyons choisir, mais nous sommes un peu ce qui arrive.
La mort est belle, si elle nous aide à vivre.

(variazione sul post di Pasquale di domenica 4 marzo 2007)

Crediamo di vivere secondo i nostri principi, ci sentiamo di difendere le nostre scelte.
I migliori fra noi, almeno.
Ma se ci fermassimo un solo istante a pensare che questo, proprio questo, è l’ultimo atto della nostra vita, proprio questo gesto e null’altro poi, assolutamente nient’altro…… allora saremmo tutti d’accordo che – se anche magari il nostro gesto fosse giusto – sarebbe ancora imperfetto, non basterebbe: lo cambieremmo.
Ecco, se vivessimo tutta la vita come se fosse costituita solamente da una collezione d’istanti ultimi, allora sarebbe diversa – e noi saremmo altre persone.
Crediamo di scegliere, ma siamo un po’ quello che capita.
È bella la morte, se ci aiuta a vivere.

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti