Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

racconti di poche parole : la guarigione del figlio
di fulmini , Thu 15 November 2007 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Palmerino è stato un grande artigiano meccanico, ora è in pensione. Parliamo di padri e figli e mi racconta di suo figlio e di se stesso come padre.

Diciassette anni fa suo figlio aveva quattordici anni e ad certo punto, per settimane, ogni sera, appena si metteva a letto, vomitava. Lui, il padre, e lei, la madre, decidono di portarlo al Policlinico di Roma, visite, analisi, decisione dei medici di operarlo di appendicite, lo operano, tutto bene, torna a casa, e vomita.

Dopo qualche giorno di ulteriore disperazione, Palmerino racconta tutto ad un suo cliente medico, e quello gli dice che tornerà presto a trovarlo in officina, il giorno che ci porterà anche il figlio. Quel giorno arriva, il cliente medico viene, si mette da una parte e osserva padre e figlio. Poi chiama in disparte Palmerino e gli domanda: “Tu tifi per qualche squadra di calcio?” “Sì, la Roma.” “E tuo figlio?” “La Lazio.” “E ci vai qualche volta a vedere la partita con lui?” “Mai, c’ho poco tempo. Ci vediamo la mattina, e la sera. C’ho troppo da fa’. La domenica è dedicata alle mie macchine d’epoca.” “Vai qualche volta allo stadio con tuo figlio, Palmerino.” "Perché?" “Va, e poi mi dici.”

Sono andati allo stadio insieme, padre e figlio, più d’una volta. Palmerino da allora è stato più attento a suo figlio, gli ha dedicato un po’ del suo tempo, e il figlio è guarito.

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti