Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 96 Vita e morte e miracoli di Eftimios - leOpereeiGiorni - Rubriche : Fulmini e Saette
Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

leOpereeiGiorni : Vita e morte e miracoli di Eftimios
di fulmini , Sat 14 March 2020 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


Il mio settimo film, un film-documentario nato da un sogno: Vita e morte e miracoli di Eftimios

https://www.youtube.com/watch?v=e5hreaIQvy4

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 8/7/2020 5:19  Aggiornato: 8/7/2020 5:19
Autore: fulmini

Probabilmente cadrò nel banale e nell'ingenuità, ma so che a Pasquale fanno piacere i commenti dei ragazzi (mi scuso subito, per eventuali orrori ortografici, sono dislessico ma farò del meglio).

Commento a caldo: "Vita e morte e miracoli di Eftimios" è un film lento che si prende i suoi tempi, alla Sergio Leone, ho impiega circa 10 minuti per sentirmi coivolto, dopo di che mi sono sentito completamente trasportato dalla storia, e abbracciato da un film tutto d'un pezzo. In questa opera si sente : l'amore di un padre, la forza di un uomo, la meticolosità di un regista, la dedizione per la cultura, l'occhio del poeta. Dire "Forse non c'è e se c'è dio è cattivo" nel contesto, con quegli spettatori (i bambini) è semplicemente geniale. Insomma in "Vita e morte e miracoli di Eftimios" ho percepito un sacco di emozioni e stimoli; Se pur una sorta di collage di video, lungometraggi, disegni e foto molto distanti fra di loro nel tempo, il tutto risulta molto coerente e solido, senza mai cadere nel banale (differentemente dal mio commento), ciò delimita un regista di grande esperienza e potere sulla propria opera. Poi che dire, mi è piaciuto molto, 1 ora 36 minuti sono volati, lo riguarderò per studiarlo meglio ed è probabilmente la cosa migliore che ho visto nel 2020. Però ora basta complimentarsi della concorrenza.
Ciao pasquale a presto.

(Commento a caldo di Pablo Donnaiola pittore e videomaker - su YouYube, notte tra il 7 e l'8 luglio del 2020)