Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 96 Frammenti - leOpereeiGiorni - Rubriche : Fulmini e Saette
Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

leOpereeiGiorni : Frammenti
di fulmini , Sat 8 February 2020 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


sculture antiche


Museo nazionale etrusco di Villa Giulia, fine del 2019. Nel frammento, nella metafora, nella sineddoche, nella metonimia, traspare sempre qualcosa di conturbante, come in uno specchio, come in un quadro di Caravaggio - chissà cosa ne pensa Nefeli, saggista suprema.

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 8/2/2020 9:03  Aggiornato: 9/2/2020 14:33
Il motivo per il quale sul mio comodino troneggia un vocabolario della Lingua Italiana (vedi commento nel post precedente)?
Per assaporare appieno il gusto di vocaboli - dopo consultazione del testo de quo - che disconosco; quando letti in scritti altrui.
Non ultime le Tue divagazioni quale la presente (sineddoche - metonimia).
Imparo, mi acculturato e lascio per un momento a riposo i "numeri" ed il pragmatismo che mi hanno guidato nella vita lavorativa.
P.s.:
Curioso, al pari dell'Uomo primitivo che così si è evoluto, con l'occasione ho sfogliato il Dizionario Rizzoli - Bur, senza scomodare il Vocabolario Treccani, di difficile collocazione sul comodino, ed a pagina. 716 leggo: "personaggio s.m. ... ogni individuo che agisce ... i personaggi di una tragedia".
Chissà perché la mia mente e' corsa a Pirandello ed ai suoi "Sei personaggi in cerca..."; tra di loro uomini e donne se non erro.
Stai bene.
luigi
Inviato: 9/2/2020 14:37  Aggiornato: 9/2/2020 14:37
Autore: fulmini

Non ho capito cosa vuoi dire, Luigi, a proposito di questo mio post. Spiegati, mi interessa il tuo punto di vista. Pasquale
Inviato: 9/2/2020 15:58  Aggiornato: 9/2/2020 21:53
È proprio vero, gli intellettuali stentano a comprendere le cose semplici.
Cercherò di chiarire.
Riallacciandomi al precedente commento ho dichiarato il motivo del Vocabolario della Lingua Italiana sul mio comodino; una "Bibbia" per me.
Consulto il significato di vocaboli che non fanno parte del mio paniere e, con l'occasione, mi sono soffermato su: personaggio.
Ho rafforzato la mia convinzione per come finora espressa.
Se ho abbandonato il mio riserbo sui commenti in questa pagina è perché, Avvocato delle cause perdute, seppur non a ciò espressamente invitato, ho inteso assumere la difesa del "nostro" lessico.
Mi rimetto, quindi, al giudizio della Corte dopo arringa invero breve, ma motivata.
luigi, che ha avuto frequentazione con il Foro romano, collaborando - anche - alla stesura di Sentenze in una delle quali, in riferimento a condomini in lite per la proprieta' di una cantina di uno stabile, richiamo' - parafrasando tra le righe - Pirandello e scrisse di condomini in cerca di locale deposito (cantina).
Inviato: 9/2/2020 22:00  Aggiornato: 9/2/2020 22:00
Autore: fulmini

Ho capito, Luigi.
Dimmi ancora: qual è precisamente il Vocabolario della Lingua Italiana che occupa il tuo comodino? Dico così per scambiare esperienze e abitudini.
Io consulto normalmente quattro Vocabolari/Dizionari: lo Zanichelli e il Tommaseo cartacei, il Treccani e il De Mauro elettronici.
Buona notte, fratellone.
Inviato: 9/2/2020 22:34  Aggiornato: 10/2/2020 7:00
Ed anche distratti; nel primo commento cito il vocabolario posto sul comodino, necessariamente di dimensioni ridotte, ma esaustivo per le necessità spicciole.
Rileggi con attenzione, grazie.
La casa ospita anche il Vocabolario Treccani in cinque volumi; a pagina 825 del terzo tomo c'è conferma relativa a "personaggio", che mi tranquillizza nella mia specifica convinzione.
Notte a Te.
Inviato: 10/2/2020 7:21  Aggiornato: 10/2/2020 7:21
Autore: fulmini

Luigi, buon giorno.
Io non sto facendo con te una gara pubblica a chi la sa più lunga dal punto di vista linguistico. Non vivo il rapporto con te come una eterna competizione. E non devo mostrare o dimostrare a te o altri quanto sono bravo e intelligente e colto.
Sono per passione e professione, tra l'altro, scrittore e saggista. Tengo una rubrica sul supplemento culturale di un noto quotidiano italiano - 'Alias' de 'il manifesto'. E quando trovo un buon libro di qualche amico lo recensisco, per fare il bene dei lettori che mi leggono, e dell'amico - per essergli veramente amico, dal momento che Aristotele mi ha insegnato che "Amico è colui che fa per l'amico ciò che è meglio per l'amico".
Ora, tu mi leggi, e fai bene a intervenire, anche criticamente, nei riguardi di ciò che penso e scrivo, e nei riguardi di ciò che pensano e scrivono i miei amici.
Ma. Dico ma. Ma questo che fai non deve ridursi ad una confrontazione personale di te con me. Non stiamo parlando in pubblico di te e me. Stiamo parlando di problemi sociali e politici e culturali generali. Stiamo al tema.
Il tema è se sia lecito coniare parole nuove per nominare cose nuove. Le donne del nostro tempo moderno hanno acquisito una nuova coscienza di genere, e manifestano questa nuova coscienza, questa nuova cosa, con una parola nuova: non scrivono più "personaggi" quando scrivono di personaggi femminili, bensì "personagge". A me pare che questa parola arricchisca il mondo. Invece a te non pare. Bene. Non devi pensarla necessariamente come me, nemmeno su questo punto.
Ma. Dico ma. Ma non per questo devi approfittare della situazione per contrastarmi per partito preso, e lottare con me pubblicamente - apparentemente sul terreno culturale e realmente sul terreno personale.
Fai pace con te stesso, con il mondo, e con me. Come io sono in pace con me stesso, con il mondo e con te.
Pasquale
Inviato: 10/2/2020 7:53  Aggiornato: 10/2/2020 8:04
Ho solo eccepito a difesa, modesta e non richiesta, della "nostra" Lingua; ma rilevo che ai blocchi di partenza Ti sei posizionato Tu ed indossando gli abiti del competitore con anche sottolineatura dei Tuoi meriti intellettuali che non sta a me giudicare.
Non giudico , per capacità intrinseche in alcuni settori, ed anche perché non intendo essere giudicato.
Non vuoi fare gara?
Figurati se le corsie della velocità/bravura mi possono interessare con la mia modesta esperienza fin qui maturata e le cose serie della vita alle quali attendo; da sempre.
Ho letto un vocabolo "storpiato" in omaggio alla modernità a tutti i costi e cortesia di genere, che si deve manifestare nei fatti/comportamenti e non con le "chiacchiere", più o meno forbite. Gli occhi non volevano credere, le orecchie hanno avvertito uno stridio fastidiosissimo appena ho ripetuto ad alta voce, la materia grigia ha protestato, le mani si sono messe in moto sulla tastiera ed ho abbandonato il riserbo silente che mi ero imposto per i Tuoi post; suscitando la Tua permalosità.
Tutto qui, niente di più, niente di meno.
Sono contro il Pensiero Unico (leggi Comunismo) ed a favore del Libero Pensiero che esterno quando...
Buona giornata a Te.
P.s.:
Chissa' cosa ne pensa il Sommo Poeta, al quale un tempo eri "devoto".
Sei cambiato?
Si cambia con il trascorre degli anni, ed io, non essendo vino buono, sono peggiorato; fattene una ragione.