Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

Gesù : credere e curare
di fulmini , Thu 26 October 2006 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Inizio a leggere in libreria Credere e curare, il libro del chirurgo scrittore Ignazio R. Marino, aprendolo a caso nel mezzo: “Chi è supportato da una fede è avvantaggiato perché le regole esistono già, sono scritte nei libri sacri…” Avvantaggiato? Regole scritte dei libri sacri? Mi torna in mente – a contrasto - il più bel leitmotiv di Gesù: “E’ scritto… Ma io vi dico...” – traduzione: “Dimenticate le regole dei libri sacri… Voi, tu e tu e tu, fatevi le vostre regole tenendo fermo soltanto di amare il prossimo come amate voi stessi.” Avrà considerato e citato questi ripetuti detti di Gesù lo scrittore scienziato cattolico che sto leggendo? – mi domando.


Vado all’indice dei nomi e dei libri citati, dall'indice ai brani, constato che è citata l’enciclica del penultimo papa, l’ultimo catechismo della chiesa cattolica, sono citati Rosy Bindi ed Ernesto Che Guevara, ma di Gesù nemmeno l’ombra. Calma - mi dico, ricominciamo dall’inizio. “Entrare in un luogo sacro – ecco l’incipit – è sempre un’esperienza che colpisce. Può turbare o indurre alla riflessione, ma non lascia mai indifferenti.” Eh no! Questo supera la misura! Basta - non lo compro e non lo finisco di leggere questo libro! Ma come? Entrare in un luogo profano, mettiamo nella casa di Zaccheo capo degli appaltatori di Gerico, non è un’esperienza che colpisce sempre e sensibilmente gli uomini e i dottori della Chiesa? non è un’esperienza che non lascia mai indifferenti gli uomini e i dottori della Medicina?

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti