Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

iLibrieleNotti : La Vita Nuova. Capitolo 14
di fulmini , Sat 27 January 2018 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Capitolo 14. Il Rinascimento.


Quando la civiltà medioevale franava, dopo aver dato tutto ciò che aveva potuto, alcuni individui presero le distanze dalla cultura allora vigente e immaginarono un mondo diverso, arti nuove, nuove scienze, altre forme di vita associata.
Così come noi invitiamo allo studio delle origini della civiltà moderna per apprendere come si crea una civiltà, così i creatori del Rinascimento si ricollegarono alle fonti di una civiltà precedente, cercando ispirazione e i saperi necessari.


Per guardare più lontano bisogna salire più in alto.

Dal momento che si trattava di creare una civiltà superiore, gli uomini del Rinascimento dovevano ricollegarsi con la più alta cultura, con il pensiero più elevato, l'arte più preziosa che erano state create fino ad allora.
Li trovarono nella cultura greca e romana: nella loro filosofia, nella loro scultura e architettura, nel loro teatro e nella loro storia, nelle loro forme politiche, nella loro concezione dell'uomo.
Ogni cultura circoscrive l'esperienza e la conoscenza degli individui in un campo limitato. Per oltrepassare questo e trascenderlo verso nuovi orizzonti, è necessario conquistare un punto di vista superiore.


Rinascimento. Scultura.

Maria Maddalena di Donatello, 1455. Realismo rinascimentale - sulla base della scultura greca e della ritrattistica romana.

Maddalena


Crearono ciò che a tutti sembrava impossibile.

Gli uomini del Rinascimento trasgredirono i limiti della cultura medievale, e innalzandosi all'altezza della cultura greca e romana, avviarono un processo creativo di opere superiori a tutte quelle fino ad allora conosciute.
In questo modo è iniziata la creazione di una nuova e superiore civiltà, del mondo moderno.
Ciò che concepirono era radicalmente diverso da ciò che si pensava e si faceva nella civiltà medievale. Visto dall'interno di questa, ciò che concepirono sembrava a tutti impossibile. Soltanto quando cominciarono a realizzarlo, molti poterono rendersi conto che era possibile.


Rinascimento. Architettura.

Cupola del Duomo di Firenze di Filippo Brunelleschi, 1418-1436. Una volta cupoliforme costruita senza sostegni - una novità costruttiva assoluta.
(Giovan Battista Nelli, ricostruzione dei ponteggi interni della cupola di Brunelleschi, seconda metà del XVII secolo.)

disegno


Lottare contro il vecchio o creare il nuovo?

E' interessante osservare che gli uomini del Rinascimento non entrarono in lotta contro l'ordine medievale. Questo franava sotto il proprio peso, ma era ancora potente, e considerarono che lottare contro di esso era inutile, una perdita di tempo, e inoltre che sarebbero stati facilmente sconfitti.
Si concentrarono nella creazione del nuovo, nel costruire qualcosa di migliore dell'esistente, sapendo che essendo superiori si sarebbero inevitabilmente imposti.
Inventarono un mondo completamente nuovo; per costruirlo seppero persino approfittare di tutto ciò che poteva offrire loro il mondo esistente, che desideravano trascendere.


La grandezza dell'essere umano.

Il Rinascimento realizzò una profonda trasformazione intellettuale e morale: da una visione religiosa del mondo, teocentrica, che aveva predominato per tutto il Medioevo, si passò a una concezione laica, umanista, che metteva in evidenza la grandezza dell'essere umano.
Gli uomini del Rinascimento pensarono che la speranza e il destino dell'uomo non derivano dalla fede e dalle pratiche religiose, bensì dipendono dall'uomo stesso, dalle sue proprie capacità, intelligenza e volontà.
Il Rinascimento esaltò la bellezza e la dignità del corpo, e la grandezza dello spirito creativo umano.


Rinascimento. Pittura.

Masaccio, La Trinità, 1426-1428. Realismo rinascimentale - ritratto di Maria, donna matura, concreta, consapevole.

pittura


Nuovo rapporto con la natura.

Il mondo naturale non fu più percepito come un luogo di peregrinazione e passaggio verso l'altra vita nell'aldilà, bensì come la realtà autentica, che stava qui, intera da scoprire e apprezzare. Si stabilì un nuovo rapporto degli uomini con la natura, della quale loro stessi fanno parte.
I grandi artisti e creatori del Rinascimento smisero di guardare il cielo e si concentrarono nell'osservazione del mondo. Era uno sguardo nuovo, libero di sensi di colpa, centrato nella bellezza e nella conoscenza. Bellezza e conoscenza che dovevano essere create dagli uomini stessi.
Ogni pittura, scultura e architettura cercava di fare più grandi gli esseri umani, e in un gioco magnifico di luci e di ombre, di armonia e prospettiva, li inserivano nel mondo naturale.


Rinascimento - Musica e Disegno.

Maurizio Cazzati, Sonata 'La Strozza' (La nascita del contrappunto) - 3 minuti 29 secondi
http://www.fulminiesaette.it/modules/news/article.php?storyid=143


Leonardo da Vinci, Disegni (La natura vista con gli occhi dello scienziato)

disegno


Il grande limite del Rinascimento.

Gli uomini del Rinascimento culturale e artistico creavano sotto l'ala dei signori, i prìncipi e i papi. Solo in quel contesto potevano disporre della tranquillità, della protezione e delle risorse necessarie al compimento delle loro opere. Opere che, senza che quei potenti mecenati lo capissero, minavano il mondo sul quale poggiava il loro potere e la loro ricchezza.
Il Rinascimento fu una cultura di élite, supremamente raffinata e colta. Ciò che perseguiva ognuno di questi grandi creatori era la perfezione delle proprie opere, al fine di mettere in luce la propria grandezza individuale.
In quel tempo non era possibile, e neppure si poteva concepire, la possibilità di superare la divisione della società tra 'colti' e 'semplici', tra dirigenti e diretti. E' il grande limite che ha accompagnato tutta la civiltà moderna e che perdura fino ai nostri giorni.

---

L'insieme dell'opera, mano a mano che saranno resi pubblici i singoli capitoli, andrà componendosi nel mio sito ufficiale e precisamente qui: http://pasqualemisuraca.com/sito/index.php/scienza/196-la-vita-nuova-versione-multimediale.html?start=1

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 22/5/2020 15:41  Aggiornato: 23/5/2020 14:03
Autore: fulmini

Svelato il segreto delle cupole rinascimentali, costruite senza l'uso di armature e casseforme. Tra gli esempi più celebri, la cupola del Duomo di Firenze. "La tecnica è stata messa a punto prima dal Brunelleschi, ispiratosi ai Romani e ai Persiani..." (Attilio Pizzigoni) https://www.repubblica.it/scienze/2020/05/21/news/ecco_il_segreto_delle_cupole_rinascimentali-257253250/?ref=RHPPBT-VT-I0-C4-P13-S1.4-T2
Inviato: 27/5/2020 11:42  Aggiornato: 27/5/2020 11:42
Autore: fulmini