Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

la lingua rubata : Tu, sì tu
di AlfaZita , Mon 25 September 2017 6:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  



(Nella sua pagina facebook AlfaZita, cioè Alexandra Zambà, ha pubblicato l'altro ieri una poesia in italiano e in greco, corredata da una immagine. Ripubblico qui l'insieme per i lettori e visionatori del sito-rivista. Pasquale Misuraca)

Tu, sì tu,
non odiarmi.
Io sono una persona imperfetta.
Guardo allo specchio imbarazzata
l'immagine non può riassumermi
è semplicemente la rifrazione della luce
la distorsione di un me scivolato in fondo.
La voce incisa sul registratore
non è la mia
non è nemmeno la voce di una donna
forse solo la voce della vita ferita
grido soffocato nelle doglie del parto
di donna sconosciuta che mi abita
girata sempre di spalle!


εσύ, ναι εσύ
μην με μισείς.
Είμαι ένα ατελές πρόσωπο.
Κοιτάζω με αμηχανία στον καθρέφτη
η εικόνα του δεν μπορεί να συνοψιστεί μαζί μου
είναι απλά η διάθλαση του φωτός
παραμόρφωση να γλιστράει στο βάθος.
Επίσης
η φωνή χαραγμένη στη ταινία
δεν είναι η δική μου
δεν είναι καν φωνή γυναίκας
ίσως μόνο πληγωμένη ζωική κραυγή
πνιγμένη στους πόνους του τοκετού
μιας άγνωστης που παραμένει μέσα μου
πάντα να κοιτάει αλλού!

Poesia di Alexandra Zambà / immagine di Gianni De Conno

foto di Gianni De Conno

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti