Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

agathotopia : Tombeur de femmes
di unviaggiatore , Wed 16 November 2016 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Tombeur de femmes ovvero il mondo è piccolo.

Luisa passando aveva visto Alice seduta al Caffè Torino.
- Ciao Alice, finalmente possiamo parlare un po'.
Ti ho vista tre volte con un ragazzo in via Po, volevo venire a salutarti ma sembravate impegnati a parlare e non volevo disturbare, chi è quel ragazzo? -
- Non so, Luisa, mi capita di incontrare qualcuno quando esco dall'università, che tipo è? -
- Uno che parla molto, per tre volte ho aspettato che finisse di parlare, ma non la finiva mai e tre volte me ne sono andata -
- Parla molto? Ma allora è Renato. Il mio ragazzo, lui abita a Milano, te lo farò conoscere, è simpatico -

Un giorno Luisa, mentre andava all'università, aveva visto Renato, era solo, lui non la conosceva e lei per un attimo aveva pensato di presentarsi dicendo di essere amica di Alice, poi aveva deciso:
- Non si può, se questo comincia a parlare io vado fuori corso -

Luisa aveva amici a Milano, era andata a trovarli. Era al bar con loro quando entrò Renato, si diresse verso il tavolo dove erano seduti, conoscevano le stesse persone, ecco l'occasione per presentarsi. Non fece a tempo, lui salutò appena e cominciò a parlare, non poteva sapere che Luisa era amica di Alice, non l'aveva mai vista, quindi parlava liberamente.
-Ragazzi vi devo raccontare di ieri sera con Anna, che serata!-
Non prendeva neppure fiato mentre parlava, descriveva il loro incontro, diceva quello che avevano fatto nei particolari più intimi.
-Ragazzi è una vampira!-
Luisa ascoltava ma non sorrideva come gli altri, pensava - Questo è il ragazzo di cui la mia amica Alice è innamorata? Lei ha capito bene chi è questo Renato? Un po' birbaccione può passare ma questo è proprio stupido, rozzo, volgare, non ha rispetto per le ragazze, capace di parlare di Alice come ora parla di Anna-
Sorrise solo quando Luigi, un po' scocciato di quel racconto minuzioso, aveva detto - René, non ho capito se vai con le ragazze perché ti piacciono o per il piacere di raccontarlo -

Lo stesso giorno Luisa aveva telefonato a Alice dicendo, che sarebbe tornata a Torino e che gli avrebbe raccontato, parola per parola, quello che Renato aveva detto.
Alice non poteva dire a Renato che sapeva, lui avrebbe negato, neppure poteva dire come aveva saputo, gli era stato detto da qualcuno?
Se un giorno si fossero incontrati per caso con Luisa lui avrebbe potuto riconoscerla e avrebbe capito che era stata lei a parlare.
Amava Renato ma doveva tacere per non coinvolgere Luisa.
Accolse Renato sorridendo come sempre, fingeva di non sapere, ma da quel giorno sentiva meno forte il dovere della fedeltà, una ragione in più per tacere.
Renato non sapeva nulla, non pensava neppure che anche il ragazzo di Anna avesse potuto sapere, era troppo stupido per pensare che il mondo è piccolo.

Giuliano Cabrini

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti