Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

leOpereeiGiorni : La verità dei bambini
di fulmini , Tue 11 October 2016 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


La verità qual è?

Di fronte alle violenze fisiche e alle punizioni umilianti inflitte dagli adulti agli adolescenti e ai bambini si comincia finalmente a pensare in Italia ad una legge protettiva dei minori d’età.

Per affrontare bene la questione occorre però allargare subito il campo. Ci sono molte forme di violenza e di punizione da considerare. La più atroce è l’ interpretazione che la maggior parte degli adulti adotta, pensando ai minori, del detto di Gesù: “Fai agli altri ciò che vorresti fosse fatto a te.”

Gli umani, lo nota a caldo Giovanni Evangelista, “preferiscono le tenebre”, cioè le falsità, le illusioni, le consolazioni. E conseguentemente allevano ed educano i figli, e gli studenti, tenendoli quanto più e quanto più a lungo possibile lontani dalla realtà e dalla verità. Facendo, appunto, agli altri ciò che vorrebbero fosse fatto a loro.

Da qui il grande successo dei demagoghi (costruttori consapevoli di menzogne) nei regimi dittatoriali, e democratici, del passato e del presente.

I bambini e gli adolescenti invece, (se avete gli occhi per vedere), amano la realtà e la verità.

Ecco perché, seguitando a riflettere su Gesù (in maniera laica, si capisce: vedi il Vangelo laico secondo Feliciano – l’ebook che ho scritto con Luis Razeto fondatore dell’economia di solidarietà), il Figlio dell’Uomo, spazientito dai discepoli che sgridavano i bambini allontanandoli, disse loro: “Lasciate che i bambini vengano a me, perché di questi è il Regno dei Cieli”, cioè il mondo nuovo possibile.

Pensate che siano frutto della mia immaginazione questi bambini amanti della realtà e della verità? Ascoltate dunque cosa mi ha riferito recentemente un amico di nome Franco Chiarini.

Franco si trova accanto ad una bambina di tre anni e mezzo, ad un funerale. La bisnonna della bambina è morta, è composta sul letto. La bambina la osserva e dice: “Sembra che dorma, ma la pancia non si muove.” La mamma della bambina si avvicina ansiosamente alla bambina e le dice: “Sì, la nonna è morta. Ma è salita in cielo, in cielo c’è il Paradiso, ha incontrato zia Angelina, ti ricordi di zia Angelina? si sono abbracciate, e passeggiano sulle nuvole, ci guardano dall’alto e ci proteggono.” La bambina la ascolta attentamente, poi le dice: “Si, vabbene, ma la verità qual è?”

(Alias, sabato 8 ottobre 2016)

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 11/10/2016 8:23  Aggiornato: 11/10/2016 13:01
.. che Dio ti benedica per questo post sulla verità, naturalmente il Dio laico. Syrah
Inviato: 11/10/2016 13:07  Aggiornato: 11/10/2016 13:07
Autore: fulmini

Sono contento della tua condivisione del mio fulmine, Syrah.
Sono certo che Dio mi benedice, per opere come questa - e proprio perché è laico, come vedi bene tu, cioè popolare. Se Dio non fosse popolare, se Dio bastasse a se stesso, come immagina Aristotele, a che servirebbe? E poi, anzi prima, perché mai avrebbe creato il mondo? se il mondo non fosse un atto popolare, laico, orientato verso l'altro, sarebbe una cattiveria.
Pasquale
Inviato: 11/10/2016 16:38  Aggiornato: 12/10/2016 5:43
Ben venga una legge protettiva dei minori d'età, fermo restando che la norma può solo punire, non evitare; ergo giunge dopo che il male è stato compiuto.
Passo successivo dovrebbe, deve riguardare le "violenze" e le punizioni "dedicate" dagli adulti agli anziani ed ai vecchi.

Lambrusco
Inviato: 12/10/2016 6:46  Aggiornato: 12/10/2016 6:46
Autore: fulmini

Certo, Lambrusco (Luigi), tutti i deboli vanno protetti dalle leggi - le leggi servono a proteggere i deboli.
Ma i vecchi, gli anziani, fanno parte degli adulti. Non sono adulti ridiventati bambini, come si dice.
E c'è poi il problema dei problemi: occorre difendere i deboli dai forti (come insegna il cristianesimo) o no (come sostiene Nietzsche)?
Pasquale
Inviato: 12/10/2016 10:39  Aggiornato: 12/10/2016 12:32
No, io ero adulto già da adolescente; poi, con l'età, sono diventato anziano e prossimo vecchio.
Adulto non è questione di età o solo di anagrafe, si considera anche la componente psichica.
Le Leggi non servono a proteggere i deboli, ma, semmai, a punire i forti.
Altra cosa è la debolezza degli adulti - o pseudo tali - che si fanno forti con gli adolescenti, i bambini ed anche con gli anziani ed i vecchi; categorie queste che non è detto siano deboli. Talvolta costoro sopportano le "prepotenze" per i motivi più svariati, non solo fuori dalla famiglia, e non ricorrono di certo alla Legge per far valere i propri diritti di anziani/vecchi.
Non è detto peraltro che tutti gli anziani e/o i vecchi siano adulti!
Ci sono poi Leggi non scritte che dovrebbero, devono far parte del bagaglio culturale di ogni essere umano che tale voglia definirsi e non si erga a giudice, a prescindere da un articolo e/o comma di norma.
Mi riferivo a questo e so che il lettore attento mi ha compreso.

Lambrusco o forse Nocera.
Inviato: 12/10/2016 17:59  Aggiornato: 12/10/2016 19:25
... che Dio vi benedica entrambi, Lambrusco e Fulmini, e fulmini chi vi è contro,...... ma quando beviamo un buon "Syrah"
Inviato: 12/10/2016 19:27  Aggiornato: 12/10/2016 19:27
Autore: fulmini

Sempre pronto sono a bere un buon vino, specialmente con i fratelli/poker/d'assi!
Pasquale
Inviato: 13/10/2016 14:32  Aggiornato: 13/10/2016 14:53
Ecco la vera Verità: poker d'assi; con qualche stonatura guardando in alto o indietro, verso la fonte della vita.

Lambrusco oramai quasi aceto!