Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

eyes wide open : Maestri. Yasujirō Ozu (1)
di fulmini , Sat 4 July 2015 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  
Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 15/7/2015 10:51  Aggiornato: 15/7/2015 14:02
Autore: fulmini

Goffredo Fofi su Yasujirō Ozu

Scrive, tra l'altro, Fofi: "Due cose ormai mitiche li distinguono [i film di Ozu] da tutti gli altri film che ci capita di vedere: Ozu ha sempre rifiutato i movimenti di macchina (...) e ha sempre collocato la cinepresa 'ad altezza di cane'."

Appunti.

1. Fellini scrisse una volta che il film ideale è composto di una sola inquadratura, dentro la quale agiscono i soggetti.

2. Antonioni più di una volta pratica questo movimento dei soggetti in una inquadratura fissa.

3. Ozu, ponendo la cinepresa non 'ad altezza di cane', ma 'ad altezza d'uomo' (un essere umano giapponese, seduto) fa un cinema ateo.

4. Anche io ci provo. A fare un cinema ateo. Come Ozu, più avanzato da questo punto di vista rispetto a Fellini e Antonioni.

Pasquale
Inviato: 15/7/2015 16:09  Aggiornato: 15/7/2015 16:09
Autore: fulmini