Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 96 Porpora: Salve Regina - briciole musicali - Rubriche : Fulmini e Saette
Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

briciole musicali : Porpora: Salve Regina
di venises , Fri 26 June 2015 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

La più bella Salve Regina mai composta.
Ma come, non era la Salve Regina di Maurizio Cazzati quella che sopra ogn'altra svettava?

E com'è possibile che la più bella sia dello stesso compositore che ha scritto anche il concerto per violoncello più bello di sempre?
Può uno stesso compositore (così poco conosciuto e per nulla venerato) essere sempre il più grande ?
A voi l'ardua sentenza.


Visto che celebriamo i geni poco conosciuti e per nulla celebrati, vi proponiamo un 'blind test' (test alla cieca).
Ascoltate le interpretazioni della Salve Regina di Antonio Porpora proposte qui di seguito.
E stabilite quella che preferite.
Quando finalmente l'incontrerete, ve ne accorgerete istantaneamente, alla prima sillaba: non avrete nemmeno bisogno d'aspettare il 've' del 'Salve' d'apertura.
Il tempo, il timbro, il sussurro non lasciano dubbi: ecco ciò che Porpora ha composto1.

Le esecuzioni (non nell'ordine) sono di :
A - Riccardo Muti con Elīna Garanča
B - Ottavio Dantone con Sonia Prina
C - Riccardo Muti con Angelika Kirchschlager
D - Corelli Collective con Mari Moriya
E - Bella Dama Baroque Cantatas con Raffaele Pe




1



2



3



4



5

Nicola Antonio Giacinto Porpora (Napoli, 1686? -- Napoli, 1766)
Salve Regina in fa maggiore





SOLUZIONE



_______________________________

1 Due delle tre esecuzioni col tempo sbagliato sono di Muti.
Pause e trilli da piacione? Bisogna pur campare, evvia, mica tutti sono nati per educare, perbacco!
Cosa complessa, lo splendore.
Che non si apprezza se non se ne è privati.
Che non si nota se non quando ci viene tolto.
Che non si capisce se non viene affiancato da lo scempio e la malgrazia.



Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 5/8/2020 14:44  Aggiornato: 7/8/2020 12:01
I miei comment sono: 1) il più bel concerto per violoncello è quello di Dvorak, seguito da quello di Schumann, 2) il suo giudizio al limite dell'offensivo su Muti non è da parte mia assolutamente condiviso, ed è legato credo alla peste della "prassi filologica", secondo cui si dovrebbe eseguire questa musica, cioè quella tardo-barocca nello specifico esattamente come si eseguiva nel Settecento, o prima, secondo me è perfettamente lecito adattarla alla sensibilità dell'ascoltatore moderno, io non sono un "barocchista", e la mia sensibilità vira invece verso il gusto romantico, perciò apprezzo maggiormente Muti, ma naturalmente mi piace molto anche Dantone. Non le permetto di parlare di "scempio e di malagrazia"
, a meno che non aggiunga subito che si tratta di una sua personalissima opinione.