Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

iLibrieleNotti : LA VITA NUOVA - ebook
di fulmini , Wed 11 February 2015 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Ospedale degli Innocenti a Firenze

Questa crisi che stiamo vivendo è la crisi dell'intera civiltà moderna. Si può risolvere soltanto attraverso la costruzione di una nuova civiltà (come la crisi della civiltà medioevale si è risolta soltanto con la costruzione della civiltà moderna). Questa costruzione è in corso: dalle ceneri della civiltà capitalista e statalista sta nascendo la civiltà creativa e solidale.
Ciascuno di noi può partecipare concretamente a questa grande impresa in corso? E come?
Luis Razeto ed io rispondiamo a queste domande con un ebook di Scienza della storia e della politica articolato in quattro parti, corredate di fotografie come questa che ho scattato davanti allo Spedale degli Innocenti di Firenze (costruito agli inizi della civiltà moderna su progetto di Filippo Brunelleschi, uno degli artisti fondatori di questa civiltà ora in crisi organica) - vedi Parte 2, Capitolo 14: Il Rinascimento.
Ecco l’indice: (buona lettura, buona visione)

LA VITA NUOVA - ebook

Parte prima
La crisi organica della civiltà moderna.
1. È la fine della storia o l’inizio di una nuova civiltà?
2. Cosa è una civiltà?
3. La crisi organica della civiltà moderna.
4. L’industrialismo.
5. Il consumismo.
6. L’indebitamento.
7. Lo statalismo.
8. Il partitismo.
9. La burocrazia.
10. Lo scientismo.
11. L’ideologismo.
12. La perdita di senso.

Parte seconda
Come si è formata – come è stata creata - la civiltà moderna?
13. Dall’analisi critica del vecchio all’elaborazione teorica del nuovo.
14. Il Rinascimento.
15. L’Umanesimo.
16. La Riforma Protestante.
17. L’Illuminismo e l’Enciclopedia.
18. Le Utopie politiche.
19. Le scienze politiche e sociali moderne.

Parte terza
Grandezza e miseria della civiltà moderna.
20. Formazione della società civile e creazione dei partiti politici.
21. La formazione dello Stato e le relazioni tra società civile e società politica.
22. Lo Stato rappresentativo-burocratico.
23. Le grandi crisi e le grandi guerre.
24. Mezzo secolo di crescita economica, stabilità politica e decadenza culturale.

Parte quarta
Una civiltà nuova e superiore: creativa, autonoma e solidale.
25. I costruttori e gli abitanti della nuova civiltà.
26. Lo sviluppo della creatività.
27. La conquista dell’autonomia.
28. La forza della solidarietà.
29. Dimensioni e modo di espansione della nuova civiltà.
30. Una nuova struttura della conoscenza.
31. Il progetto: utopico o realista? Come si elabora?
32. Una nuova struttura dell’azione trasformatrice. Una nuova politica.
33. Il buon consumo, il buon lavoro e il buon mercato. Ovvero la nuova economia.
34. La nuova educazione, ovvero la necessità di ri-educarci.

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 7/4/2017 11:57  Aggiornato: 7/4/2017 11:57
Autore: fulmini

Domani vado a sentire cosa pensano altri autori, altri ricercatori, intorno ad alcuni temi che mi appassionano: Confini porosi, Mondi fluttuanti, L'utopia di un futuro positivo: http://tedxroma.com/wp-content/uploads/2017/04/PROG.-SITO-.pdf
Inviato: 24/11/2017 14:04  Aggiornato: 24/11/2017 14:06
http://www.corriere.it/moda/news/17_novembre_23/stefano-bollani-il-mio-insegnante-continuava-bocciarmi-scuola-vuole-solo-educare-all-obbedienza-c3973a66-d072-11e7-90be-0a385e484c27.shtml
Stefano Bollani: «Il mio insegnante continuava a bocciarmi. La scuola vuole solo educare all’obbedienza» - intervista di Chiara Maffioletti (da Corriere della Sera)