Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

leOpereeiGiorni : Dante uomo e poeta
di fulmini , Fri 29 March 2013 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Ho letto in questi giorni una biografia di Dante: Biondo era e bello, di Mario Tobino (Mondadori 1974), e riletto L'Inferno della sua Commedia.
Grande turbamento e mille pensieri, come sempre m'accade di fronte a grandi uomini e grandi opere.
Turbamento per la descrizione della vita infernale, in tanti particolari (e, certe notti, in generale) simile alla vita terrena.
Pensiero di gratitudine verso Dante, per essere riuscito a mettere in poesia tanto della sua vita prosaica, facendo divenire i fatti propri fatti nostri, e il particolare generale mantenendolo nella sua irriducibile individualità.

Pasquale Misuraca

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 30/3/2013 8:21  Aggiornato: 30/3/2013 9:01
Nonno Luigi lasciò scritto su Dante:
"
Dante Aldighiero
tu fosti un gran cianciero
e non vi fosti mai
ma ben tu v'anderai.
"

(più o meno così, con la punteggiatura ora trascurata; recitata a memoria!)
Inviato: 30/3/2013 9:23  Aggiornato: 30/3/2013 9:26
La memoria ha avuto un "vuoto"; dovuto all'età?
Il commento di sopra deve essere inteso completato con:

"
Dante Aldighiero
tu fosti un gran cianciero,
scrivesti dell'Inferno
in un tuo gran quaderno;
ma non vi fosti mai.
Tu ben v'anderai.
"

Ora è comprensibile ed è dovuta, probabilmente, al fatto che il parente era agnostico, forse ateo.
Non credeva nell'Inferno et similia.