Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

iLibrieleNotti : Cos'è questo M5S?
di fulmini , Sat 2 March 2013 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Da qualche tempo mi sto occupando del Movimento 5 Stelle, come ha notato ieri Venises in un complesso commento.

Come cittadino, e come scienziato della storia e della politica. Venises, e i lettori del sito-rivista, sanno che non mi stanco di osservare e descrivere i sintomi ed i segni della civiltà moderna che muore, e della nuova civiltà - creativa, autonoma, solidale - che nasce.

Intrecciato a qualcosa di vecchio e cattivo, nel Movimento 5 Stelle intravvedo qualcosa di nuovo e di buono. Secondo me si tratta di individuarla questa pianta, nelle sue effettualità e nelle sue potenzialità, coltivarla, potarla, innestarla, e odorarne i fiori, mangiarne i frutti, seminarne i semi.

In due paragrafi della parte quarta de La Vita Nuova, il buono e il nuovo, un po’ intravisti e un po’ sognati nel Movimento 5 Stelle, fanno capoccetta.

Una nuova struttura dell'azione trasformatrice.

Se il nesso tra politica e concentrazione del potere fosse inevitabile, non sarebbe molto promettente ciò che si può sperare dalla politica nella nuova civiltà. In essa continuerebbe a esistere la separazione tra governanti e governati, tra dirigenti e diretti, tra dominatori e dominati. Ma questo nesso può essere dissolto attraverso la creazione di un nuovo paradigma di politica, di una politica nuova, non partitista né statalista, non guidata da ideologie unilaterali né sottomessa a interessi di gruppi e classi sociali.
La nuova politica è la nuova struttura dell'azione trasformatrice, che raccoglie e integra tutto ciò che siamo venuti esponendo fino a qui sulla creazione di una nuova civiltà, e che avremo da esporre ancora in ciò che segue.

La disseminazione sociale del potere e il recupero del controllo cittadino della vita sociale.

Un aspetto centrale della nuova struttura dell'azione trasformatrice consiste nel fatto che la politica smetta di proporsi come obiettivo la conquista del potere e il controllo dello Stato, e neppure cerchi qualsiasi accumulazione del potere politico per esercitarlo su una classe sociale, su un raggruppamento di masse, o sull'insieme della società.
Al contrario, la nuova politica è orientata verso la disseminazione sociale del potere politico, ossia verso l'assunzione di potere delle persone e delle comunità e gruppi che agiscono nella società civile.
Che ogni persona e ogni comunità, organizzazione o rete sociale, recuperi il controllo delle proprie decisioni e delle proprie condizioni di vita, implicando con ciò, anche, che non aspirino a esercitare potere su altre persone e altri gruppi, bensì cerchino che ciascuno sia guida di se medesimo, e abbia tanto potere quanto gli necessita per auto-dirigersi coscientemente e liberamente.”

Ecco. Io non penso che oggi, così com’è, il Movimento 5 Stelle sia “la nuova politica”. Mi domando invece, se può diventarne una sua parte, e in che misura, e come, e col concorso attivo di chi.

Pasquale Misuraca


Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 3/3/2013 10:22  Aggiornato: 3/3/2013 10:22
Autore: fulmini

Inviato: 3/3/2013 10:53  Aggiornato: 3/3/2013 10:53
Autore: fulmini

Inviato: 3/3/2013 11:04  Aggiornato: 3/3/2013 11:04
Autore: fulmini