Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

leOpereeiGiorni : Canetti e Hitchcock
di fulmini , Fri 8 March 2013 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Massa e potere di Elias Canetti è un libro che vale la pena di leggere.

È uscito nel 1960 e Canetti, che ha vissuto quasi tutto il Novecento (1905-1994), ci ha messo 38 anni per scriverlo.

Comincia così: “Nulla l’uomo teme di più che essere toccato dall’ignoto. Vogliamo vedere ciò che si protende dietro di noi: vogliamo conoscerlo o almeno classificarlo. Dovunque, l’uomo evita d’essere toccato da ciò che gli è estraneo. Di notte o in qualsiasi tenebra il timore suscitato dall’essere toccati inaspettatamente può crescere fino al panico.”

“Vale la pena” leggerlo perché è un libro estremamente commovente e divertente. Parlo della sua forma. È rigoroso come un saggio e avvincente come un racconto, è ricco di conoscenze ricavate da tutte le scienze sociali ed è originale nell’impianto teorico e nell’articolazione del pensiero. Originale e potente, fermo nella commozione e agile nella penetrazione.

Il suo contenuto è invece straordinariamente penoso e angoscioso. Descrive tutti interi i 200.000 anni degli esseri umani, dalla loro prima comparsa fino a te che mi leggi. Mostra i meccanismi della composizione e scomposizione delle masse e delle mute, le strutture dei comandi e dei poteri, e le relazioni che le intrecciano nel paniere della vita umana sulla Terra.

Questi meccanismi, queste strutture, fanno pena, appunto, per il contenuto, e fanno divertimento, invece, per la forma. Come uno dei grandi film di Alfred Hitchcock. Come L’ombra del dubbio.



Pasquale Misuraca


Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti