Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

iLibrieleNotti : Necessità della filologia
di fulmini , Sun 5 August 2012 6:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Perché insisto tanto sulla necessità di una lettura filologica dei Quaderni del carcere di Gramsci? Perché ritengo che le letture ideologiche, politiche, dei Quaderni siano fuorvianti? Perché dico che i marxisti che leggono i Quaderni con i paraocchi marxisti, e i comunisti che leggono i Quaderni con i paraocchi comunisti, poco e male comprendono quei testi?

Leggendo un libro di Giuliano Procacci, Storia degli italiani (Laterza 1968), ho trovato un brano che getta luce sulla questione. Lo dedico a coloro che considerano la perdita dei propri pregiudizi una liberazione.

“Attraverso il lavoro di restauro, di edizione di testi, di commento [nel Rinascimento] si vennero gradualmente formando alcuni dei criteri di metodo che ancora oggi presiedono alla ricerca scientifica. Primo fra tutti quello del carattere disinteressato della ricerca stessa: nessun idolo politico, religioso o passionale, nessuna considerazione esterna deve guidare l’intellettuale nel suo lavoro. La filologia è la base e la chiave di ogni sapere, l’edizione critica il presupposto per la lettura di qualsiasi testo.”


Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 8/5/2020 11:10  Aggiornato: 8/5/2020 11:11
Intervento di Salvatore Settis alla conferenza in preparazione de "La Forza del Bello. L'arte greca conquista l'Italia"
https://www.youtube.com/watch?v=gEUwA_qdttY