Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 96 Lo sgarbo - racconti di racconti - Rubriche : Fulmini e Saette
Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

racconti di racconti : Lo sgarbo
di fulmini , Fri 30 September 2011 6:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Mimmo mi racconta di suo padre che non divenne sacerdote per uno sgarbo. Tre giorni prima di iniziare a dir messa gli morì la madre. Lui ci pensò sopra due giorni, poi andò, erano le quattro del pomeriggio, da un negoziante di vestiti della sua città, Reggio di Calabria, misurò un vestito civile, lo comprò, lo indossò, regalò al negoziante il vestito religioso e visse il resto della vita facendo il segretario comunale.

E dopo aver abbandonato il sacerdozio - gli chiedo - che rapporti ebbe con l’autore dello sgarbo fatale? Mi risponde che si fece l’idea che Dio c’è ma non si occupa di noi, e riteneva insensati i sacramenti, le chiese, i sacerdoti. Si mise l’anima in pace, insomma. Proprio in pace veramente no: uno sgarbo è uno sgarbo.


Pasquale Misuraca


Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 30/9/2011 13:21  Aggiornato: 30/9/2011 13:21
Non tutti gli sgarbi vengono per nuocere.
Inviato: 30/9/2011 18:01  Aggiornato: 30/9/2011 18:01
C'è chi si tormenta per anni intorno a certe scelte...in questo caso, un dramma personale e familiare per assurdo ha impedito di compiere una scelta che sarebbe stata un errore, forse fatale (fatale certamente al figlio, che mai sarebbe nato...). Ma le mie sono considerazioni accessorie. E' un aneddoto notevole, che mi ha sorpreso, nella sua semplicità.
Tania
http://pioggiadinote.com
Inviato: 30/9/2011 19:25  Aggiornato: 30/9/2011 19:25
Interessantissima la tua osservazione, Tania. 'Sarebbe stato un errore' - dici. Del padre di Mimmo. Si intravvede in questo la tua cultura europea. Dal mio punto di vista (meridionale, calabrese, ma soprattutto mediterraneo e greco in particolare - magno greco per la precisione) l'errore lo ha commesso Dio.

Pasquale Misuraca